News

Chiavenna, arresto per tentato stupro

immagine

CHIAVENNA — E’ marocchino, è sposato, ha 29 anni e risiede a Cosio Valtellino. Said Labadli è stato arrestato ieri dai carabinieri di Chiavenna per il tentato stupro di una 32enne avvenuto domenica scorsa in Valtellina.

L’uomo, dotato di permesso regolare, è stato incastrato grazie al cellulare della donna e ad una sua boccetta di profumo, che sono stati trovati dagli investigatori nella sua abitazione di Cosio.
 
Gli investigatori sono riusciti a risalire alla sua identità nel giro di pochi giorni. Il tentato stupro infatti risale a domenica notte: i due si erano conosciuti in discoteca e lui le avrebbe offerto un passaggio per tornare a casa. Ma poi avrebbe tentato di stuprarla durante il tragitto, lungo la strada statale.
 
La donna, riuscita a scendere dall’auto e a scappare, si è presentata poco dopo al pronto soccorso, dove ha raccontato l’accaduto senza sporgere denuncia. I medici però hanno segnalato l’episodio ai carabinieri, che hanno subito iniziato le indagini che hanno portato all’arresto del Labadli.
 
Ora il marocchino si trova nel carcere di Sondrio, mentre le autorità proseguono le investigazioni per capire se l’uomo possa essere coinvolto anche in altri episodi di violenza accaduti nella zona.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close