News

Cile, ghiacciai a rischio cercatori d’oro

immagine

SANTIAGO, Cile — C’è oro per almeno 12 miliardi di dollari sotto i ghiacciai delle Ande. Lo ha scoperto il satellite, che ha individuato delle ricchissime miniere d’oro a 5.000 metri di quota, vicino ai ghiacciai Toro I, Toro II ed Esperanze.

Precisamente parliamo nella Huasco Valley, nel Cile del Nord. E di quote così alte che una volta era impensabile organizzarsi per l’estrazione del metallo prezioso.
 
Oggi invece le nuove tecnologie permettono quasi tutto. E, rincorrendo la crescente domanda d’oro che arriva soprattutto dai paesi emergenti, il governo cileno ha già provveduto ad assegnare le concessioni per l’estrazione.
 
Concessioni che sono andate, mesi fa, alla compagnia canadese Barrick Gold, la più grande azienda mineraria del mondo. Ma che hanno acceso malumori e risentimenti negli abitanti della Huasco Valley, ogni giorno più ostili al nuovo progetto e preoccupati del loro futuro.
 
Perchè questi ghiacciai sono fonte d’acqua e di vita per tutta la zona, che soffrirebbe di un clima arido e desertico. Grazie alle acque glaciali e ad opportuni sistemi d’irrigazione, invece, si è sviluppata una fiorente agricoltura che punta su uliveti, vigneti e campi d’avocado.
 
Ma la miniera distruggerebbe tutto, sostengono i comitati che si sono costituiti a difesa del territorio.  Perchè le acque sarebbero contaminate dal cianuro e dagli altri materiali tossici usati per l’estrazione. E lo scioglimento del ghiacciaio verrebbe accellerato dalla polvere scura che vi si andrebbe a deporre dopo le esplosioni, attirando e trattenendo i raggi del sole.
 
Alcune ricerche avrebbero dimostrato che questi ghiacciai sono già diminuiti di oltre la metà durante la fase preparatoria agli scavi. Ma la Barrick Gold nega tutto, e risponde che la colpa è solo del riscaldamento globale e che i campi della valle non corrono alcun pericolo.
 
Sulla questione, però, il governo ha aperto un’inchiesta.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close