Libri

“In Bilico” tra le falesie di Manolo: storia di un posto e di 30 anni di arrampicata

Manolo al Bilico (Photo Manolo - www.altitudini.it)
Manolo al Bilico (Photo Manolo – www.altitudini.it)

TRANSACQUA, Trento – Si chiama “In Bilico …fra la storia e i racconti delle vie nelle falesie di Primiero” ed è il libro di arrampicata scritto, “sudato” e pubblicato nel giugno 2013 da Maurizio Zanolla, per tutti Mago o Manolo. Tecnicamente è una guida, ma tra le foto e tra le righe si legge molto di più. “Me ne sono accorto alla fine – ci ha detto lo stesso Manolo -: ho come ricostruito uno spaccato di storia di quasi 30 anni, che passano attraverso il modo di vestire e di guardare le pareti”.

416 pagine, 53 siti di arrampicata, oltre 1000 vie. Sono questi i numeri di “In Bilico …fra la storia e i racconti delle vie nelle falesie di Primiero”, che in da luglio 2013 ad oggi ha già quasi esaurito le prime 1500 copie. La Guida si dedica alle pareti e alle falesie della zona di Primiero appunto, nelle Dolomiti trentine, e tuttavia, come suggerisce il sottotitolo, c’è tra le pagine molta più narrazione di quello che si potrebbe aspettare.

“Non è una guida come le altre – ci dice infatti Manolo -, non racconta solo una linea, un punto in sosta o la difficoltà. Ho cercato di mettere dentro un po’ di più, a partire da piccole storie e aneddoti. Ed è così anche dal punto di vista fotografico. Ho ricostruito la storia dell’arrampicata moderna, da quando in qualche modo ho cominciato a scendere dalle montagne, a cercare altre pareti, a scalare nelle falesie. Parte praticamente dalla fine degli anni ’70, quando ancora in Italia non c’era questa mentalità. Mi sono anche reso conto che molte cose sono nate qui: io credo che queste pareti raccontino una parte importante di storia di dove è nata l’arrampicata libera in Italia”.

“È anche un po’ imbarazzante e un po’ brutto dirlo – continua Zanolla -, ma quando nel ’77 e ’78 superavo le prime vie di 7a+ a vista e in libera, si trattava di prestazioni che non avevano riscontri in ambito nazionale, né come difficoltà, né come stile di scalata. Succedeva qui concretamente. Naturalmente questa è una valle molto piccola, non è un posto come Arco, Finale o la Val di Mello. Eppure ciò che è accaduto qui è poco conosciuto, anche perché devo dire non c’è niente di molto facile da scalare, anche per questo non potrà mai essere un luogo molto affollato. È estremamente selettivo”.

In Bilico... fra la storia e i racconti delle vie nelle falesie di Primiero - copertina (Photo www.altitudini.it)
In Bilico… fra la storia e i racconti delle vie nelle falesie di Primiero – copertina (Photo www.altitudini.it)

La guida è pubblicata da Osteria Taci cavallo Editing di Maurizio Zanolla, e costa 25 euro.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close