• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota

Coreani in salita al Lhotse, alpinisti in azione anche su altre cime

Saipal nord est - il punto raggiunto a 5440 metri _Red Roc Camp in una foto del 2010 (photo de Paulo Grobel expeditionsaipal2013.blogspot.it)
Saipal nord est – il punto raggiunto a 5440 metri _Red Roc Camp in una foto del 2010 (photo de Paulo Grobel expeditionsaipal2013.blogspot.it)

KATHMANDU, Nepal — C’è ancora un team al campo base di un ottomila himalayano, quello coreano al Lhotse, forse in fase di salita proprio in queste ore. Altre spedizioni si trovano però in Nepal a tentare cime meno frequentate e inferiori agli 8000 metri: i francesi al Mount Saipal e la cordata americana di Chad Kellogg e David Gottlieb al Lunag-I.

Il team coreano potrebbe trovarsi in questo momento in dirittura di arrivo al campo 3 del Lhotse. Secondo quanto riferito da Explorersweb infatti, la spedizione prevedeva di salire al campo 2 ieri, al 3 oggi, al campo 4 domani, per tentare poi la vetta il 2 novembre. Tutto come sempre dipenderà anche dal meteo e dalle condizioni della parete, in questo autunno 2013 particolarmente carica di neve anche a causa del passaggio del ciclone Phailin. E del resto, sempre secondo Explorersweb, nei giorni scorsi gli alpinisti si erano fermati poco sotto il campo 4, proprio per via della troppa neve.

Altre spedizioni sarebbero attive su altre cime himalayane. Dopo le belle prime salite dei giorni scorsi degli inglesi Fowler e Ramsden al Kishtwar Kailash e del team PAMALADE al Gauri Shankar, un’altra spedizione francese è attiva su un 7000: si tratta di JB de Miscault, Emmanuel Abele e Thomas Charbonneau impegnati sul versante Nord Est del Mount Saipal (7031 metri) nell’estremo occidente del Paese. Come si legge sul sito della spedizione gli alpinisti, arrivati al campo base (4300 metri) il 23 ottobre, hanno raggiunto quota 5440 metri per l’acclimatamento. Nei prossimi giorni altri 3 scalatori dovrebbero unirsi al gruppo.

Sul Lunag-I, cima di 6895 metri la principale del massiccio del Lunag, ci sono anche quest’anno come l’anno scorso Chad Kellogg e David Gottlieb, che secondo il sito Altitudepakistan dovrebbero essere volati a Kathmandui il 25 settembre. Il 25 ottobre, secondo i programmi, dovrebbe essere partito il loro attacco di vetta, che avevano in mente di raggiungere in 4 giorni. Si attendono pertanto notizie sull’esito del tentativo.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.