Ambiente

Alpi e architettura sostenibile, i vincitori di Constructive Alps

La cerimonia di premiazione di Constructive Alps (Photo David Schweizer courtesy of www.constructivealps.net)
La cerimonia di premiazione di Constructive Alps (Photo David Schweizer courtesy of www.constructivealps.net)

BERNA, Svizzera — Sono stati scelti i tre progetti vincitori del premio di 50.000 euro del concorso internazionale “Constructive Alps”. La Giuria ha scelto le strutture che meglio rappresentavano interventi di architettura sostenibile e rispettosa del clima e dell’ambiente alpino.

All’inizio del 2013 la Confederazione svizzera, attraverso l’Ufficio federale dello sviluppo territoriale ARE e con il sostegno del Principato del Liechtenstein, dell’Università del Liechtenstein e della CIPRA, Commissione Internazionale per la Protezione delle Alpi, ha indetto il Premio di architettura alpina “Constructive Alps”.

Il premio aveva una dotazione di 50.000 euro e si poneva l’obiettivo di promuovere tra gli architetti e i costruttori la sensibilità per interventi di costruzione e ristrutturazione responsabili e innovativi per la protezione del clima nelle Alpi. La Giuria internazionale ha valutato i progetti presentati premiando i migliori tre alla fine di agosto.

Il primo premio è andato ad un Centro di formazione agricola realizzato in Austria che si è distinto come miglior esempio di architettura sostenibile e di integrazione con il territorio, grazie ai materiali utilizzati e alle energie rinnovabili presenti nella struttura. Il secondo premio è stato assegnato alla ristrutturazione di una casa in Austria, mentre al terzo al Centro plurifunzionale Rinka, un centro per lo sviluppo sostenibile della regione slovena di Solčava.

I 30 progetti migliori e più rispettosi del clima sono attualmente esposti presso il Museo alpino di Berna in Svizzera. L’esposizione è però itinerante e attraverserà tutte le Alpi: dal 5 ottobre al 17 novembre sarà a al Liechtensteinisches Landesmuseum di Vaduz, mentre dal 23 novembre al 6 gennaio si potrà visitare presso il Merano Arte in Alto Adige.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close