Arrampicata

Precipita da falesia: gravissimo Tito Traversa, baby climber "prodigio"

Tito Traversa su Sarsifal L2 8b+, Tetto di Sarre, Foto Bruno Marchisio courtesy 8a.nu
Tito Traversa su Sarsifal L2 8b+, Tetto di Sarre, Foto Bruno Marchisio courtesy 8a.nu

GRENOBLE, Francia — E’ caduto da venti metri d’altezza, battendo violentemente la testa: a poco è servito il casco che indossava. E’ avvenuta su una falesia di Grenoble la bruttissima caduta per la quale Tito Traversa, climber 12enne di Ivrea noto per aver già salito difficoltà fino all’8b+, è ricoverato in gravissime condizioni in Francia.

Traversa è stato immediatamente soccorso e portato in ospedale, ma la sua prognosi è ancora riservata. Secondo quanto riferito da fonti locali sarebbe molto grave e per ora tenuto in coma farmacologico. “Conta solo una cosa – ha detto il padre brevemente alla stampa – che Tito ce la faccia, che possa salvarsi”.

La dinamica dell’incidente è ancora da chiarire. Pare che Traversa stesse usando l’attrezzatura di una amica, e che in cima alla falesia si siano sganciati i rinvii, ma di più non è dato a sapersi.

Nel 2010, a soli 9 anni, è stato il più giovane climber a scalare un 8b+. Da allora ne ha saliti ben quattro, di cui l’ultimo proprio pochi giorni fa: “Pablo diretta” a Gravere.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close