News

Karakorum: enrome frana blocca il corso del fiume Braldo

Il fiume Braldo (Photo courtesy mountainsoftravelphotos.com)
Il fiume Braldo (Photo courtesy mountainsoftravelphotos.com)

(Updated) SKARDU, Pakistan — Desta forte preoccupazione la situazione creatasi nella Valle di Shigar, nel Nord del Pakistan, a causa di un’imponente frana che si è riversata nel fiume Braldo. Tonnellate di detriti hanno bloccato il corso d’acqua che scorre nel fondovalle, creando una diga e un lago naturale il cui livello sta aumentando molto velocemente: il pericolo è quello di una forte esondazione: secondo fonti locali, in 24 ore è aumentato di 7 metri.

La frana, composta da tonnellate di roccia e terriccio, si è staccata nei giorni scorsi vicino al villaggio di Hutu. Non ha provocato danni diretti, ma l’enorme quantità di detriti ha riempito il letto del fiume Braldo e ne ha interrotto il corso. A valle, quindi, non scorre più acqua, mentre a monte si sta formando un grosso lago il cui livello si sta innalzando in fretta. Un’eventuale esondazione potrebbe essere disastrosa per diversi villaggi che sorgono nella zona.

In un comunicato stampa, il commissario Imran Nadeem Shigri (ex consigliere del turismo per il Baltistan) ha dichiarato che se non viene trattata la cosa come un’emergenza, le conseguenze sull’economia della regione potrebbero essere disastrose. “La strada che porta al K2 e numerosi villaggi su quell’itinerario sono sul filo dell’inondazione – riferisce tramite il Pamirtimes.net -. Serve un intervento immediato per liberare l’acqua del lago che si è formato sul fiume”.

Frana valle di Shigar -  i locali sui detriti della frana, alle rive del Braldo. Nel riquadro, l'acqua che si accumula a monte della frana (Photo pamirtimes.net)
Frana valle di Shigar – i locali sui detriti della frana, alle rive del Braldo. Nel riquadro, l’acqua che si accumula a monte della frana (Photo pamirtimes.net)

“Siamo in stato di allerta – fa sapere Nadeem Nazar, collaboratore locale del Comitato Evk2Cnr, che in zona ha in corso diversi progetti di cooperazione e di ricerca -. Secondo le notizie arrivate sinora, c’è un accumulo di detriti alto 100 metri e lungo 300, come quella del lago di Attabad. Se l’acqua riesce a trovare uno scolo, la situazione potrebbe risolversi, ma se la diga è forte come quella di Attabad, sarà un grosso problema. Ora è inverno, quindi per fortuna la portata d’acqua del fiume è al minimo. Ma le amministrazioni locali stanno prendendo tutte le precauzioni possibili”.

La valle di Shigar si trova nel distretto del Gilgit Baltistan. Si estende per 170 km da Skardu al villaggio di Askole, noto per essere la porta del Baltoro: è l’ultimo centro abitato raggiungibile in auto da trekking e spedizioni diretti al K2 e agli ottomila del Karakorum.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close