News

Svizzera, l’orso M13 entra in una cascina della Valposchiavo

Orso M13 a passeggio per i boschi svizzeri (Photo Enzo Nogara)
Orso M13 a passeggio per i boschi svizzeri (Photo Enzo Nogara)

POSCHIAVO, Svizzera — Sembra proprio che il letargo dell’orso M13 debba aspettare ancora. Nei giorni scorsi, il plantigrado ha di nuovo fatto parlare di sè per essere riuscito ad entrare in una cascina della Valposchiavo rompendo un vetro. Numerosi i danni sia all’interno che all’esterno della struttura che fortunatamente era disabitata al momento dell'”irruzione”.

Secondo la stampa svizzera, i guardacaccia avevano notato che da qualche giorno M13 non si spostava da Monte Ross, una località ai piedi del Sassalbo dove l’animale trascorre spesso le sue giornate da quando si è spostato nel Canton dei Grigioni. Le autorità martedì si sono quindi recate sul posto e, giunte ad un gruppo di cascine poste a circa 1700 metri di quota, hanno notato alcuni danni nel piazzale.

Dopo una perlustrazione più accurata si sono resi conto che l’orso aveva rotto il vetro di una cascina e vi si era introdotto, probabilmente attratto dai generi alimentari stipati all’interno. Fortunatamente in quel momento tutte le abitazioni erano disabitate.

Su iniziativa del Cantone è stato organizzato domani pomeriggio un nuovo incontro a Poschiavo per discutere la presenza di M13 nella valle. La riunione si terrà a porte chiuse e vedrà presenti le autorità dei comuni interessati – Poschiavo e Brusio – i rappresentanti di Agricoltura e Apicoltura e dei lavori locali alla presenza del Consigliere di Stato e del capo della sezione caccia, pesca e biodiversità forestale dell’Ufficio federale dell’ambiente.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close