News

Trovata carne avvelenata in Valposchiavo, un’esca per l’orso M13?

Il destinatario dei bocconi avvelenati potrebbe essere l'orso M13 che si trova in Valposchiavo da settimane (Photo courtesy of red/La Provincia di Sondrio)
Il destinatario dei bocconi avvelenati potrebbe essere l’orso M13 che si trova in Valposchiavo da settimane (Photo courtesy of red/La Provincia di Sondrio)

POSCHIAVO, Svizzera — La scorsa settimana sono stati individuati sulle montagne della Valposchiavo due bocconi di carne a cui era stato aggiunto del veleno per topi. Secondo gli inquirenti il cibo potrebbe essere stato disseminato come esca per colpire M13, l’orso che si aggira da un po’ di tempo nella vallata svizzera. Una persona è stata interrogata in merito alla vicenda, ma non è ancora noto se si tratti del colpevole del gesto.

La Polizia Cantonese ha dato conferma del fatto venerdì all’Ats, agenzia di stampa nazionale svizzera, dopo che era stato comunicato in anteprima da Rsi. L’episosio risalirebbe però a qualche giorno prima.

Il portavoce della polizia ha affermato che in merito al ritrovamento della carne avvelenata è stata interrogata una persona. Non è ancora possibile però confermare o smentire se le esche fossero state posizionate per attirare M13.

L’orso che si è stabilito in Valposchiavo potrebbe essere infatti il destinatario dei due bocconi di carne avvelenati. Secondo La Provincia di Sondrio le esche erano infatti posizionate sotto il Sassalbo, la località in cui ultimamente il plantigrado è stato visto scorrazzare frequentemente. L’ispettore retico della caccia ha però dichiarato alla stampa svizzera che M13 è stato avvistato nella notte tra giovedì e venerdì: il tentativo sarebbe dunque fallito.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close