News

Alpini, l’Adunata 2014 sarà a Pordenone. Delusione per L’Aquila

Adunata a Pordenone (Photo courtesy alpini-pordenone.it)
Adunata a Pordenone (Photo courtesy alpini-pordenone.it)

MILANO — Pordenone batte L’Aquila 13 a 7. Sarà la cittadina friulana, territorio della celebre Brigata alpina “Julia”, una delle Grandi Unità specializzate per il combattimento in montagna delle Forze Armate Italiane,  ad ospitare l’87ª Adunata nazionale degli Alpini in programma dal 9 all’11 maggio 2014. La decisione è stata presa durante il Consiglio Direttivo Nazionale dell’Ana nella riunione del 15 settembre scorso.

La decisione ha acceso gli entusiasmi della sezione friulana che già nel 2010 aveva tentato di ospitare l’Adunata. “Si tratta di una occasione unica per l’economia, il turismo e l’orgoglio di Pordenone, della Provincia e di tutto il Friuli Venezia Giulia” ha commentato alle agenzie di stampa il vicepresidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Luca Ciriani.

“Pordenone si merita pienamente questo riconoscimento – ha detto Corrado Perona, presidente dell’Ana, annunciando la decisione -. In passato ha saputo accettare due sconfitte della propria candidatura con spirito alpino, mettendosi come sempre al servizio e non facendo mai mancare il proprio supporto e il proprio contributo. Pordenone è una città dal cuore alpino e sono certo che sarà una grande adunata”.

Riguardo le questioni economiche ed organizzative, i friulani si dicono tranquilli. “Sono attesi dai 400 ai 450 mila arrivi – ha detto Giovanni Gasparet, presidente dell’Ana Pordenone a Ilfriuli.it -. A livello di ricezione non ci sarebbero problemi. Possiamo contare su molte strutture alberghiere, non solo in provincia e regione, ma anche nelle vicine località di mare, come Lignano, Caorle e Bibione. Senza dimenticare il Trevigiano, che potrebbe essere utile. Nel giro di una cinquantina di chilometri saranno tutti sistemati. Per l’adunata servono circa 2 milioni di euro ma la ricaduta sul territorio è decisamente più importante. Le istituzioni l’hanno capito e ci hanno appoggiati”.

Delusione, invece, in Abruzzo per la bocciatura della candidatura de L’Aquila. Il capoluogo abruzzese, una delle roccaforti alpine italiane, sperava di poter ospitare l’Adunata anche per rilanciare il territorio dopo il terremoto. “Mi dispiace molto che la città dell’Aquila non abbia ottenuto l’Adunata nazionale degli alpini – ha detto il presidente del Consiglio regionale dell’Abruzzo, Nazario Pagano -. L’Abruzzo ci sperava, ora non resta che riprovarci”.

“Ci candideremo per il 2015” ha subito annunciato il presidente della sezione Abruzzi dell’Ana, Giovanni Natale.

“I sette voti presi dall’Aquila sono un buon risultato che fa ben sperare per il futuro – ha detto Perona. L’appuntamento del 2015 potrebbe essere quello giusto, ma non parlo da presidente, visto che tra un anno scade il mio mandato. Parlo da semplice alpino che ha prestato servizio presso il battaglione ‘L’Aquila’ e che è innamorato dei vostri posti, soprattutto dopo il terremoto di tre anni fa, nel quale ci siamo impegnati a fondo”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close