News

Tirolo, anche la vetta del Grossvenediger è senza croce a causa del caldo

La croce sulla cima del Grossvenediger prima della rimozione (Photo courtesy of www.summitpost.org)
La croce sulla cima del Grossvenediger prima della rimozione (Photo courtesy of www.summitpost.org)

PRÄGRATEN AM GROSSVENEDIGER, Austria — Un’altra montagna delle Alpi è rimasta priva della croce di vetta. Dopo l’Ortles a farne le spese è stato il Grossvenediger, cima del Tirolo austriaco a pochi chilometri dal confine italiano. Le alte temperature hanno sciolto buona parte di neve e ghiaccio in cui era piantata e le autorità ne hanno ordinato la rimozione per motivi di sicurezza, prima che la croce crollasse da sola come è accaduto sull’Ortles.

Il Soccorso Alpino austriaco con l’ausilio di un elicottero della Polizia ha provveduto nei giorni scorsi a rimuovere la croce di 3 metri e del peso di circa 300 chilogrammi. Il manufatto era stato piantato sulla neve della vetta nel 1982, ma da allora la coltre bianca che copre la montagna si è ritirata di parecchio.

Trent’anni fa la montagna misurava infatti 3.674 metri, oggi arriva a 3666 metri e negli ultimi due anni il ghiacciaio si è ritirato di 2 metri. L’aumento delle temperature degli scorsi mesi ha intaccato così il blocco di neve in cui era fissata la croce rendendola instabile e quindi pericolosa per gli alpinisti.

Le autorità si sono quindi attrezzate per la rimozione e lo stesso Soccorso alpino ha assicurato che la croce sarà rimessa sulla montagna qualche metro più in basso, dove può essere montata sulla roccia. Resta invece molto alta la preoccupazione per il ghiacciaio che si scioglie sempre più velocemente.

Tags

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Sono segni di fede o marcature di territorio? Fossero stati spesi , soldi ed energie, in opere benefiche, Dio sarebbe poù contento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close