• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata, News

Rock Master: vincono Eiter e Puigblanque, Gontero re della Coppa Speed

Angela Eiter e Ramón Julian Puigblanque
Angela Eiter e Ramón Julian Puigblanque

ARCO, Trento — Si è conclusa ieri la maratona verticale del Rock Master Festival. La gara di Lead ha incoronato vincitori del 2012 l’austriaca Angela Eiter e lo spagnolo Ramón Julian Puigblanque, mentre la competizione Speed è stata vinta dall’italiano Leonardo Gontero e dalla russa Alina Gaydamakina. Il boulder ha premiato Dmitrii Sharafutdinov e Alex Puccio, mentre nel Duello hanno trionfato Jakob Schubert e Dinara Fakhritdinova. Infine venerdì scorso sono stati assegnati gli Arco Rock Legends: a Sasha DiGiulian è andato il Salewa Rock Award, ad Anna Stöhr il La Sportiva Competition Award e a Stefan Glowacz il Climbing Ambassador Aquafil.

Si sono appena conclusi i Rock Master 2012. I più forti nomi dell’arrampicata sportiva internazionale si sono sfidati tra il 25 agosto e il 2 settembre nell’arena iridata del Climbing Stadium di Arco di Trento: dopo le prove dei più giovani, ovvero le sfide del Rock Junior, si sono svolte la Paraclimbing Cup, la Coppa del Mondo Speed, gli Arco Rock Legends, le gare di Lead e di boulder.

Il Rock Master 2012 è andato all’austriaca Angela Eiter e allo spagnolo Ramón Julian Puigblanque. Dietro di loro nella classifica Lead si sono qualificati Jakob Schubert, Jorg Verhoeven, Mikhail Chernikov e Adam Ondra tra gli uomini, e Christine Schranz, Evgenia Malamid,Jenny Lavarda e Barbara Bacher tra le donne.

Nella Coppa del Mondo Speed invece spicca sul primo gradino del podio il torinese Leonardo Gontero, primo oro di Coppa nella storia dell’arrampicata azzurra. L’italiano ha chiuso in 6″60, seguito dal russo Sergei Sinitcyn, dal ceco Libor Hroza, dal russo Stanislav Kokorin e dal polacco Jedrzej Komosinski. Nella gara femminile invece ha vinto la russa Alina Gaydamakina, dietro a cui sono arrivate Yuliya Levochkina le connazionali Natalia Titova, Kseniya Polekhina e la polacca Monika Prokopiuk.

Nelle gare di boulder hanno vinto il russo Dmitrii Sharafutdinov, e l’americana Alex Puccio: secondi classificati Rustam Gelmanov e Melissa Le Neve e infine terzo gradino del podio per Klemen Becan e Katharina Saurwein. Quarto posto maschile Jakob Schubert e femminile per Juliane Wurm, mentre al quinto posto si sono piazzati l’italiano Lucas Preti e la russa Olga Iakovleva.

Infine nella gara del duello – alias il Trofeo Ennio Lattisi, ovvero la sfida sulla parete di Lead ad eliminazione diretta che vede protagonisti i migliori 8 uomini e 8 donne della Lead – hanno fatto meglio di tutti l’austriaco Jakob Schubert e la russa Dinara Fakhritdinova. I due hanno battuto rispettivamente Adam Ondra e Angela Eiter, arrivati secondi. Terzo posto per Mario Lechner ed Evgenia Malamid, quarto per Ramón Julian Puigblanque e Barbara Bacher, e quinto per Jorg Verhoeven e Valery Kremer.

Venerdì 31 agosto ad Arco sono stati assegnati anche gli Oscar dell’arrampicata. La settima edizione degli Arco Rock Legends ha incoronato la statunitense Sasha DiGiulian con il Salewa Rock Award, mentre all’austriaca Anna Stöhr è andato il La Sportiva Competition Award. Infine Stefan Glowacz, il climber tedesco mito dell’arrampicata sportiva, ha ricevuto Climbing Ambassador by Aquafil “per aver ispirato il mondo dell’arrampicata con visioni che coniugano i valori dello sport con quelli dell’esplorazione”.

 

Foto e info courtesy www.rockmasterfestival.com

 

 

[nggallery id=567]

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.