News

Ritrovati morti due austriaci dispersi sopra Tarvisio

Spigolo Nord della Cima Alta di Rio Bianco (Photo courtesy of www.cimefvg.it)
Spigolo Nord della Cima Alta di Rio Bianco (Photo courtesy of www.cimefvg.it)

TARVISIO, Udine — I corpi senza vita di due alpinisti austriaci sono stati ritrovati sabato nella valle di Riobianco, sul gruppo montuoso dello Jôf Fuârt. La morte è dovuta probabilmente ad una caduta di 150-200 metri che non ha lasciato loro scampo. L’allarme era stato dato dai datori di lavoro quando venerdì i due non si sono presentati.

Un medico 48enne e un’infermiera 40enne non si sono presentati all’ospedale di Villacco per il proprio turno di lavoro venerdì mattina. Conoscendo la meta della loro escursione, il Soccorso Alpino austriaco ha iniziato le ricerche e nella giornata di sabato ha chiesto aiuto anche ai colleghi italiani.

Il Soccorso alpino di Cave del Predil e della Guardia di Finanza di Sella Nevea hanno ritrovato in mattinata l’auto dei due alpinisti in località Rio Blanco dove solitamente si lasciano i mezzi per raggiungere il rifugio Guido Brunner, posto a 1432 metri sul massiccio dello Jôf Fuârt.

La zona delle ricerche è stata quindi ristretta ulteriormente e nel pomeriggio l’elicottero ha avvistato i due corpi senza vita. Secondo le prime ricostruzioni i due alpinisti stavano arrampicando in cordata lo Spigolo Nord della Cima Alta di Rio Bianco. Per cause ancora sconosciute uno dei due è precipitato per quasi 200 metri portando con sè l’altro.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close