• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Alla scoperta del West: Monument Valley Navajo Tribal Park

Monument Valley (Photo www.tuttoinlibera.it)
Monument Valley (Photo www.tuttoinlibera.it)

Il parco si trova in un pianoro desertico e isolato in pieno territorio navajo ed è famoso in tutto il mondo per aver fatto da sfondo a numerosi film western e a tante altre pellicole cinematografiche. Il fascino del luogo è dovuto in particolare alle formazioni rocciose di colore rossastro alte sino a 300/400 che vengono chiamate butt (quando sono più alte che larghe) o mesa (quando sono più larghe che alte).

Dove dormire? All’interno del parco, fino a poco tempo fa, non esistevano alberghi. Il più vicino era il Goulding’s Lodge posto a circa 6 miglia dall’ingresso. Solo nel 2009 è stato aperto un nuovo albergo proprio all’interno del parco gestito direttamente dai Navajo, in splendida posizione e con magnifica vista sulle più suggestive formazioni geologiche.

Il nostro consiglio: ancorchè il prezzo sia ovviamente più elevato di altre strutture alberghiere e le prenotazioni devono essere fatte con largo anticipo, non lasciatevi sfuggire l’occasione di soggiornare in questo albergo dal quale potrete ammirare, tranquillamente dal balcone della vostra camera, uno spettacolo indimenticabile: il sorgere del sole sulla Monument Valley.

Ci troviamo in pieno territorio Navajo e, come per il Canyon di Chelly, è vietato muoversi all’interno del parco se non accompagnati da una guida. Presso il Visitor Center si trovano le agenzie che organizzano escursioni più o meno lunghe all’interno del parco con guida navajo. Presso il Visitor Center inizia una strada sterrata lunga 17 miglia chiamata “Valley Drive” che è anche l’unico percorso transitabile liberamente dai turisti. La strada è nel suo tratto iniziale in discesa e piuttosto dissestata. Pertanto è assolutamente necessario fare attenzione mentre percorrerete questo tratto con la vostra macchina.

Successivamente diventa molto più regolare ma piuttosto polverosa. Incrocerete molti automezzi incolonnati uno dietro l’altro carichi di turisti letteralmente impolverati e sballottati e a questo punto capirete perchè è stato meglio effettuare l’escursione a bordo del proprio comodo automezzo.

Questo percorso è veramente molto suggestivo in quanto si addentra all’interno della valle tra fantastiche formazioni rocciose che variano di colore, a seconda delle ore del giorno, dal rosa al viola.

Il punto più famoso e celebrato è il John Ford’s Point, particolarmente suggestivo al tramonto, dedicato al famoso regista che qui girò il film Ombre Rosse, uno dei capolavori della storia del cinema.

 

Elisa&Alessandro
Info: http://www.tuttoinlibera.it/viaggi_america.html

 

[nggallery id=518]

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.