ArrampicataNews

Dean Potter, il documentario sull’uomo che può volare

Dean Potter (Photo Mikey Schafer - http://ngadventure.typepad.com/blog)
Dean Potter (Photo Mikey Schafer - http://ngadventure.typepad.com/blog)

SAN FRANCISCO, Stati Uniti – E’ l’uomo della slackline, del base jump, dei lanci in tuta alare e ovviamente dell’arrampicata. Tutto rigorosamente slegato. Perché per Dean Potter la libertà viene prima di qualsiasi altra cosa, anche della sua sicurezza. Una settimana fa è andato in onda in tv un documentario realizzato da National Geographic dal titolo “The Man Who Can Fly”. Vi proponiamo una tranche del video e riportiamo alcune battute rilasciate dal climber americano.

La settimana scorsa Dean Potter è stato protagonista non solo del documentario andato in onda domenica 12 febbraio sul National Geographic Channel, ma anche di una puntata di “Wild – Oltrenatura”, su Italia Uno.  E del resto il personaggio è uno dei simboli odierni dell’estremo, del movimento libero ad alta quota.

Potter infatti non usa alcun tipo di protezione, né quando arrampica sulle pareti verticali della Yosemite Valley, né quando rimane sospeso sulla highline – come si vede nella foto scattata Cathedral Peak, Yosemite National Park, a oltre 3.300 metri di quota.

“Sono sempre stato un ‘free soloist’ – spiega Potter al National Geographic -. Qualsiasi cosa io faccia, voglio sempre sentirmi completamente libero. Il desiderio di libertà va al di là della highline in ogni aspetto della vita. La libertà è uno dei nostri diritti fondamentali. Sono completamente sicuro della mia abilità nel afferrare la fune in caso di caduta. Ho allenato la presa con successo negli ultimi 19 anni”.

 

 

Info: http://ngadventure.typepad.com/blog

 

 

http://www.youtube.com/watch?v=ZvgxR0Rt_us

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close