News

Via i costumi, arriva la neve

immagine

MILANO — Dopo il grande caldo degli ultimi giorni (27 gradi a Torino), il bel tempo ha i giorni contati. Secondo i meteorologi, dall’inizio della prossima settimana una corrente di aria fredda investirà l’Italia portando un drastico abbassamento delle temperature e – finalmente – la neve in alcune zone delle Alpi.

inserisci il corpo della newsDalla tarda serata di oggi il tempo peggiorerà dapprima al Nord e poi sul resto d’Italia. Domani avremo un peggioramento al Nord con l’arrivo delle nuvole e le prime deboli precipitazioni sull’Est Liguria e sul Nord Est.

Lunedì le precipitazioni si diffonderanno a tutto il Nord e al versante tirrenico e poi toccherà al resto d’Italia. Le temperatura diminuiranno sensibilmente e in maniera molto rapida al Nord e un pò più lenta al Sud e si porteranno sotto la media in tutta la penisola.

Questo consentirà alla neve di fare la sua apparizione all’inizio della settimana al Nord, a partire dai 700 metri d’altezza. Nevicherà su gran parte dei rilievi alpini e non è da escludere che, in certi casi, la neve possa arrivare anche a quote più basse in pianura.

Durante la settimana la neve si diffonderà anche al Centro a partire da quote basse (400- 500m), mentre al Sud dovrebbe restare sempre oltre gli 800mslm.

L’apice del freddo sarà toccato fra mercoledì e giovedì con le minime in picchiata e punte a -12°C sulle Alpi intorno ai 1400 metri, e di -1°C sul Sud. Nei giorni successvi le temperature tenderanno ad aumentare lentamente in particolare in quota.

Per quanto riguarda le Alpi, le nevicate dei prossimi giorni porteranno un manto uleriore di circa 35 centimetri a partire dai 1000 metri.  Le precipitazioni saranno più copiose dalle Alpi Lepontine verso Est.

Mentre sulle Alpi occindentali, dalla Val d’Aosta alla Lombardia, la neve sarà meno copiosa e più breve. Gli accumuli nevosi andranno dai 15 ai 35 cm al massimo. Le basse temperature però consentiranno ai cannoni artificiali di fare il loro mestiere, con buoni rendimenti oltre i 1000 metri e con ottimi oltre i 2000.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close