News

Ritrovata dopo 18 anni nella giungla

immagine

HANOI, Vietnam — Dal 1989 aspettava di riabbracciare sua figlia che scomparve improvvisamente nella zona del confine col Vietnam centrale. E finalmente dopo 18 anni la sua speranza si è avverata. La ragazza è stata ritrovata sabato scorso da alcuni boscaioli impegnati a lavorare nella giungla, sulle montagne della Cambogia.

Il nome della protagonista che ha vissuto la sua giovinezza nella giungla è Ro Cham H’pnhieng. Ro, che ora ha 26 anni, fa parte della minoranza etnica Jrai che abita fra le colline della Cambogia orientale, nella provincia di Ratanakiri.
 
Il poliziotto Ksor Lu Long, padre della ragazza, temeva da tempo per la vita di sua figlia, preoccupato dei pericoli che nascondeva la foresta e gli animali che la abitavano. E’ stato proprio lui a raccontare a un giornale locale la vicenda del ritrovamento della sua piccola.
 
La figlia è scomparsa dopo che aveva portato alcune mucche a pascolare. Lo scorso 13 gennaio la svolta: un gruppo di boscaioli, insospettiti dalla sparizione del loro pranzo al sacco, hanno ritrovato per caso la ragazza, che è stata subito riconosciuta dal padre, sebbene siano passati molti anni.
 
Ro aveva la pelle scurita, i capelli lunghi fino alle ginocchia e non era capace di parlare. Inoltre, non essendo abituata alla vita normale, continuava a piangere e urlare, non voleva vestirsi, lavarsi nè mangiare in modo adeguato. La giovane vientamita ha cominciato a mostrare i primi segnali di collaborazione dopo quattro giorni.
 
Valentina Corti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close