Alpinismo

Fitz Roy, blitz dei fratelli Pou

immagine

EL CHALTEN, Patagonia — Gli alpinisti baschi Eneko e Iker Pou, insieme all’argentino Fernando Irrazabal, hanno salito in libera e in tempo record la Supercanaleta al Fitz Roy, in Patagonia. 

Partiti dalla Spagna il giorno di Capodanno, hanno raggiunto la base della montagna il 3 gennaioe la vetta il giorno dell’Epifania. Attraversando un mare di neve, arrampicando con i ramponi e facendo due gelidi bivacchi in parete.
 
Un blitz dal successo inaspettato, data la stagione. Negli ultimi mesi, infatti, le intense nevicate e il vento implacabile hanno reso impossibili quasi tutte le salite sulle pareti della Patagonia.
 
Tant’è che nei programmi degli alpinisti c’era una permanenza minima di due mesi per portare a termine la scalata. "Resteremo comunque in Patagonia per tutto il periodo pianificato – hanno fatto sapere i fratelli Pou – stiamo già studiando quali altre salite tentare".
 
I fratelli Bou, 32 e 28 anni, noti climber spagnoli e sciatori estremi, inseguono da tempo un progetto chiamato “7Walls, 7Continents”: arrampicare in libera una big wall per ogni continente.
I traguardi già raggiunti sono la Naranjo de Bulnes in Europa (Spagna), la Bravo Les Filles in Africa (Madagascar), la totem Pole in Australia, l’“Eternal Flame” sulle Torri di Trango in Asia (Pakistan, nella foto), la via “En Niño” sulla celebre parete di El Capitain in Nord America, e ora il Fitz Roy in Sud America.
 
Ora manca solo l’Antardide.
 
Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close