Arrampicata

Yosemite Valley, prima ripetizione di The Prophet su El Capitan

Sonnie and Will Trotter e Stanhope sul portaledge (Photo Sonnie Trotter - Alpinist.com)
Sonnie and Will Trotter e Stanhope sul portaledge (Photo Sonnie Trotter - Alpinist.com)

SAN FRANCISCO, California — Sonnie Trotter ha firmato la prima ripetizione di The Prophet, la linea aperta un anno fa dal britannico Leo Houlding su El Capitan, la celebre montagna della Yosemite Valley, in California. Il 16 novembre scorso il climber canadese ha salito in libera la via: con lui c’era il connazionale Will Stanhope, che ha salito in libera 12 dei 13 tiri.

The Prophet è stata aperta nell’ottobre 2010 dall’alpinista inglese Leo Houlding, che, insieme a Jason Pickles, ha dedicato 9 anni alla creazione di questa straordinaria linea di 13 tiri. Avevano iniziato a lavorare sulla via, lunga 500 metri, nell’ottobre 2001: come racconta il sito Alpinist.com, durante il primo tentativo Pickles cadde e si provocò una frattura del bacino. Dopo quella volta Houlding è tornato sulla via e infine l’anno scorso è riuscito a completare la prima salita sempre insieme a Pickles. “Un sogno divenuto realtà” – era stato definito dal protagonista.

Trotter è arrivato nella Yosemite Valley all’inizio di ottobre, insieme al connazionale Will Stanhope. L’obiettivo era ripetere The Prophet e compiere la prima salita in libera. Hanno passato 5 settimane in parete prima di riuscire. Hanno studiato la via calandosi dall’alto, soprattutto su quel famigerato tiro A1 Beauty, una stretta fessura a circa un centinaio di metri dalla vetta. Quel tiro alla fine è sfuggito alla libera di Stanhope, che avrebbe infatti dichiarato di voler tornare in futuro per ripeterlo.

The Prophet - El Capitan (Photo Leo Houlding - climbing.com)
The Prophet - El Capitan (Photo Leo Houlding - climbing.com)

“Siamo saliti il giorno prima del mio compleanno – scrive Trotter sul suo blog -, il 14 novembre, e due giorni prima di quello di Will (il 16 novembre). Ci siamo imbarcati in un ultimo tentativo sulla via e siamo stati gli unici climber su tutto El Cap in quei giorni. Penso sia stata la più selvaggia e soddisfacente arrampicata su roccia della mia vita. Una delle vie più difficili che io abbia mai fatto. La mia prima via in assoluto su El Cap. E sono felice che sia finita”.

Info: http://sonnietrotter.com/roadlife/

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close