Turismo

Valtellina, soppresso il Treno della Montagna

Il logo del Treno della Montagna (Photo courtesy of http://www.bormio.info)
Il logo del Treno della Montagna (Photo courtesy of http://www.bormio.info)

SONDRIO — Il Treno della Montagna, istiuito l’anno scorso per collegare direttamente Milano con gli impianti sciistici della Valtellina, è stato soprresso. Il convoglio è ora fermo a Milano Centrale e i fondi destinati all’iniziativa verranno utilizzati per altri scopi.

Il Treno della Montagna era stato creato l’anno scorso per portare, soprattutto durante il weekend, gli appassionati della neve direttamente dalla Stazione Centrale di Milano sulle montagne valtellinesi, raggiungendo quattro località: Madesimo, Aprica, la Valmalenco e Bormio.

Quest’anno è arrivata la notizia che il servizio è stato soprresso e il convoglio è ora fermo in Stazione Centrale. Secondo quanto riporta il quotidiano il Giorno, la causa sarebbe da ricercarsi nel flop dell’iniziativa, dovuto probabilmente anche alla scarsa pubblicizzazione.

Facendo riferimento alle statistiche rilevate da un sondaggio effettuato alla fine del 2010 dall’Associazione per la Mobilità della Valtellina, solo il 5 percento dei turisti intervistati era infatti a conoscenza del Treno della Montagna. Da qui probabilmente la decisione da parte della Provincia di sopprimere il servizio per quest’anno e destinare i fondi ad altre finalità.

Tags

Articoli correlati

5 Commenti

  1. L’iniziativa era interessante e poteva migliorare. E’ però partita in sordina e con mille problemi comunicativi. Peccato che non ci sia stata la volontà di sostenerla e valorizzarla. Tutti in coda quindi!

  2. Se una volta che si hanno buone idee non le si publicizzano, va poi a finire cosi’. E, se turisti nonostante la crisi ancora numerosi saranno, me li immagino tutti in coda sulla SS 36! AT

  3. Gli operatori turistici Valtellinesi hanno perso ancora un’altra occasione, le strade sono il cruccio della Valle, e quando si presenta una valida alternativa, se la fanno scappare, quanta gente avrebbe lasciato volentieri l’auto a casa per il treno, ma se queste proposte non vengono pubblicizzate a dovere, è logico che poi non funzionino come dovrebbero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close