News

Simoncelli muore in Malaysia: l'addio di Marco Confortola

Confortola e Simoncelli sulla neve (Photo Max Sport courtesy www.marcoconfortola.it)
Confortola e Simoncelli sulla neve (Photo Max Sport courtesy www.marcoconfortola.it)

SANTA CATERINA VALFURVA, Sondrio — “Adesso disegnerai delle curve stupende e pulite nei cieli azzurri. Ti prego Marco: stacci vicino ed aiutaci ad andare avanti. Mi mancherai, ti voglio bene”. Così l’alpinista Marco Confortola ha voluto salutare Marco Simoncelli, il campione di motociclismo tragicamente scomparso ieri sul circuito di Sepang in Malaysia, con cui aveva condiviso un’amicizia e tante escursioni.

Non solo due ruote, ma anche scialpinismo e montagna. Marco Simoncelli era uno sportivo a tutto tondo e un appassionato frequentatore delle Alpi, soprattutto della Valtellina dove con Marco Confortola aveva vissuto diverse avventure in alta quota. I due campioni si erano conosciuti anni fa grazie ad uno sponsor comune e poi avevano continuato a frequentarsi stringendo una forte amicizia.

“Siamo due bambini e due guerrieri – aveva detto Simoncelli in una intervista di qualche tempo fa a Max – ogni cosa che facciamo la trasformiamo in un sfida”. “Quando facciamo sci alpinismo Sic si rifiuta di starmi dietro – diceva Confortola nello stesso pezzo – lo porto a 2.000 metri nella neve fresca e lui è sempre lì che mi pesta le code come un assatanato”.

Dopo il tragico incidente di ieri, Confortola ha voluto salutare l’amico con un accorato messaggio pubblicato sul suo sito web. “Solo domenica scorsa ci siamo sentiti via telefono – dice Confortola -. Ero in cima al Monte Cristallo. Sulle mie montagne che anche tu avevi imparato ad amare dopo che in mezzo ad una bella bufera eravamo saliti in vetta al Cevedale. Tu invece eri al settimo cielo dopo aver fatto un podio strepitoso in Australia. Mi mancherai fratello, mi mancherai come l’aria sui miei ottomila, mi mancherà sorridere al tuo fianco, mi mancherà smanettare con te, mi mancherà parlare di vita, di motori, di sport, di sci. Mi mancherai Marco, sto scrivendo e piango per il bene che ti voglio”.

Info: www.marcoconfortola.it

Tags

Articoli correlati

4 Commenti

  1. Marco non ci sono parole per esprimere tutto il magone che provo ogni volta che scorrono le tue immagini!!!,…..eri l ‘espressione della nostra meglio gioventu’,della schiettezza, della sincerita’,del coraggio, della simpatia, mi rappresentavi valori antichi, riportandomi ad un Italia semplice,vera,GRANDE !!!…..con il tuo modo di essere e fare incarnavi quanto di meglio questa nazione possa esprimere,….ricordandoci la grandezza della semplicita’, la naturalezza nell’ essere un campione e al tempo stesso uno di noi,…..facendoci sentire orgogliosi di avere espresso un “figlio” simile,….ma innanzitutto, qualcuno che ci ha ricordato quanto piu’ dei soldi, dell’ apparire e anche del risultato finale (qualunque esso sia) sia importante vivere con grande passione,…ecco perche’ eri come eri , non c’era bisogno di essere diversi,… perche’ tu’ eri una persona felice!!!.
    Ci manchera’ tantissimo tutto quello che potevi ancora dare!,……..ma forse il tuo piu’ grande messaggio e’ stato proprio quello finale,ognuno a modo suo spero lo possa cogliere!……e comunque te ne sei andato e tutti siamo piu’ soli……

    Dispiega le ali e vola felice……..figlio,amico,campione nostro!!!!……….che tristezza

    Andrea (Traversetolo-Parma)

  2. volevo scrivere, evitare di presentarsi come protagonisti …naturalemente. Ma chi ha poco da dire di se stesso spesso si fa grande dicendo di conoscere quelli famosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close