Alpinismo

Dato per morto il disperso in Patagonia

immagine

BELLINZONA, Svizzera — Alla fine si è arresa anche la famiglia. I familiari dell’alpinista ticinese Franco  Dellatorre, disperso dal 10 novembre scorso in Patagonia, hanno dichiarato alla stampa che "ritengono il loro congiunto ormai morto".

Nemmeno le ricerche organizzate sul posto hanno permesso di individuare l’ex guardiano della capanna di Cadagno, ha precisato l’alpinista Romolo Nottaris che ha fatto parte della spedizione di soccorso.

Franco Dellatorre è disperso nella regione di Campos de Hielo, in Patagonia. Le operazioni di ricerca che ha coordinato dal Ticino non hanno dato risultati.

"La famiglia Dellatorre è ormai certa della morte di Franco" si legge in un comunicato diffuso nei giorni scorsi.

"Dopo essere stato contattato dalla famiglia Dellatorre, sono andato sul posto con due esperti italiani, una guida alpina internazionale e un membro del Club alpino italiano" ha detto ai giornalisti Nottaris.

Arrivata sul posto il 2 dicembre, ossia 22 giorni dopo la caduta di Dellatorre in un crepaccio, la squadra di ricerca ha potuto solo constatare che il campo di partenza, dove era stata montata la tenda della spedizione, era ricoperto di neve fresca. Di Dellatorre, purtroppo non c’è piùalcuna traccia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close