ArrampicataNews

Adam Ondra, prime salite in libera in Valmalenco

Adam Ondra in Valmalenco
Adam Ondra in Valmalenco (Photo www.masinoclimbing.blogspot.com)

LANZADA, Sondrio — Tappa estiva in Valmalenco per Adam Ondra. Il fortissimo climber ceco è arrivato nella vallata lombarda lunedì pomeriggio e in poche ore ha scalato alcune delle vie più difficili delle falesie dell’Alta Val Lanterna, nei dintorni della diga di Alpe Gera, a Campo Moro e sulle falesie del Rifugio Zoia. Ha liberato per primo e a vista alcune vie di grado 8a/8a+, appositamente attrezzate nei giorni scorsi dalle guide alpine Luca Maspes e Nicola Bruseghini, insieme a Matteo De Zaiacomo e Matteo Coatti.

In Valmalenco in molti aspettavano il suo arrivo, e del resto Ondra è davvero la star dell’arrampicata: quando lui scala la gente si ferma a guardare e rimane a bocca aperta nel vederlo compiere incredibili movimenti con tanta facilità. Così è stato anche a Lanzada nei giorni scorsi, dove l’Harry Potter del mondo verticale è arrivato lunedì 25 luglio, reduce dai campionati del mondo di Arco, dove ha conquistato una medaglia di bronzo nella lead, la vittoria nel Rock Master e il Salewa Rock Awards.

In poche ore il 18enne ceco ha scalato alcune delle vie più difficili delle falesie dell’Alta Val Lanterna, nei dintorni della diga di Alpe Gera prima, poi a Campo Moro ed in tardo pomeriggio sulle falesie del Rifugio Zoia. Soprattutto Ondra è riuscito a compiere alcune prime salite in libera e al primo tentativo su alcune vie di grado 8a/8a+ appositamente attrezzate per l’occasione da un team di arrampicatori che sta valorizzando la zona: le guide alpine Luca Maspes e Nicola Bruseghini, insieme a Matteo De Zaiacomo e Matteo Coatti.

“In questi ultimi giorni c’era attesa per l’arrivo di Ondra – ha raccontato Maspes -, soprattutto tra i numerosi giovani che hanno iniziato ad arrampicare in Valmalenco, prima sulla struttura artificiale a Lanzada poi sulla roccia vera ai laghi di Campo Moro. Intorno ai due laghi negli ultimi mesi abbiamo scoperto tanta roccia per arrampicare, con alcuni tiri anche di classe e difficoltà. La visita del fenomeno Adam Ondra è un trampolino di lancio anche per la frequentazione di queste aree che sono in cima alla lista per l’arrampicata estiva in Lombardia: ambiente di media-alta montagna e clima fresco, facilità di accesso, roccia solida.”

Alla sera, lasciata la roccia, Ondra è passato alla struttura artificiale del Centro Sportivo Pradasc di Lanzada, dove sabato prossimo si terrà l’11esima edizione del Memorial Bruseghini, la gara di arrampicata dedicata a Massimo Bruseghini, Guida Alpina locale scomparsa nel 1999.

Foto e info: www.masinoclimbing.blogspot.com

 

 

[nggallery id=418]

 

 

 

 

 

 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close