• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
EvK2Cnr, Multimedia, Player, Video scienza

Nano Share, quando la tecnologia aiuta l'ambiente

Ghiacciaio dei Forni -  Alta Valtellina
Ghiacciaio dei Forni - Alta Valtellina

SANTA CATERINA VALFURVA, Sondrio — “Per la prima volta Nano share è stato installato su ghiacciaio e ci aspettiamo di capire un po’ di più di quanto la circolazione del ghiacciaio influenzi la composizione atmosferica, proprio perché la composizione atmosferica ha poi un effetto sul ghiacciaio soprattutto per quelle che sono le particelle che vi si depositano e che possono contribuire a scurire, diminuire l’albedo del ghiacciaio e quindi ad accelerarne la fusione”. Perché è importante il Nano Share, quali dati rileva e cosa permetterà di capire alla scienza. Questa l’intervista di Angela Marinoni, ricercatrice Isac Cnr, che insieme al resto del gruppo di tecnici e ricercatori, negli ultimi giorni di giugno ha installato la stazione portatile di monitoraggio climatico sul ghiacciaio dei Forni in Alta Valtellina.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.