News

Corona: no al ticket per il Vajont

immagine

PORDENONE — Fra poco, ci faranno pagare anche l’aria che respiriamo. E’ il commento, sagace, dei turisti in visita alla diga del Vajont, protagonista nel 1963 di uno dei più grandi disastri della storia italiana.

Per partecipare a un tour guidato all’imponente struttura è infatti necessario pagare un biglietto d’ingresso: 6 euro per gli adulti, tre per bambini e anziani.
 
Insomma, un pezzo di storia italiana diventa a pagamento. Del tutto contrario al "ticket storico" lo scrittore Mauro Corona che dalle pagine del Gazzettino tuona: "Non è concepibile chiedere alla gente di piangere a pagamento". "Per finanziare iniziative di questo tipo e’ necessario trovare altri canali". 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close