News

Travolto da una slavina: grave guida alpina

Un elicottero del soccorso alpino
Un elicottero del soccorso alpino

TORINO — Ancora una slavina e ancora un salvataggio per miracolo. Un uomo è stato travolto da una valanga ieri pomeriggio nel Parco Nazionale del Gran Paradiso.

Il poveretto, già recuperato, si trova in gravi condizione all’ospedale di Torino. Secondo quanto riferito dall’agenzia di stampa Ansa, si tratta di una guida alpina. Il malcapitato risponde al nome di  Valerio Bertoglio ed è rimasto gravemente ferito dalla slavina mentre faceva trekking nel Parco, a circa 2.000 metri di altitudine.

L’esatta dinamica della vicenda è al vaglio degli inquirenti. Per ora si sa solo che l’uomo è stato trascinato a valle per circa 300 metri. A salvare il poveretto sarebbe stato un collega che era con lui in quel momento e che non è stato investito dalla massa di neve. Al successivo arrivo dell’elicottero del soccorso alpino, il Bergoglio è stato trasportato all’ospedale Cto di Torino, dove si trova intubato e in prognosi riservata.

Articoli correlati

14 Commenti

  1. Buongiorno, sono a chiedermi se Wainer Preda sappia chi sia Valerio Bertoglio?!?
    Riduttivo se non assente il peso dato nell’articolo per un Grande, una Grande persona che ha segnato giorni epici nel “mondo” Montagna…
    Citato solamente come “poveretto”…
    Forza Valerio, forza, dai…

  2. io credo che l’aggettivo “poveretto” che viene costantemente usato negli articoli in cui succedono degli incidenti, sia decisamente “negativo” e “sminuente”…. non capisco perchè queste notizie vengono date in questo modo, leggendo sembra quasi che faccia ridere….
    non è prettamente una critica, ma se vogliamo più una proposta: propongo di parlare di incidenti in modo un pelo più professionale….

  3. Scendeva un canale con gli sci , ed era da solo.
    L’allarme lo ha dato la moglie che era sulla strada di fronte e ha assistito e lo ha individuato.
    I primi a soccorerlo sono stati : la collega guardia parco con un amico e 4uomini del soccorso alpino.

  4. Mi ha lasciato allibito di come sia stata riportata la notizia, Valerio ha inventato lo skyrunning.
    Mi accodo a Miro, Valerio è una grandissima persona e un alpinista eccezionale!

    Siamo tutti con te Valerio!

  5. Vi ricordate…IL CERVINO A COLAZIONE???questo e’ Valerio Bertoglio. poco piu di 4 ore per salire e scendere dalla montagna….Forza Valerio dall Orobie che conosci…Ciao.mario merelli.

  6. Forza Valerio riuscirai! Ci siamo conosciuti tempo fa al Rif. Vittorio Emanuele, dove hai relazionato la salita al Gran Paradiso a mio marito Chicco. Sei una persona forte………..

  7. Ma ci rendiamo conto di chi è Valerio Bertoglio?
    Guida Alpina,Guardaparco,Scienziato dei ghiacciai,impegnato a fondo nella solidarietà
    addestra in Perù e Bolivia ragazzi dei villaggi di montagna a afre le Guide Andine.
    Atleta eccezionale proveniente dall’atletica, ha compiuto prime ascensioni su roccia con Ugo Manera
    e Maurizio Oviglia. La cosa che lo ha reso famoso è che a metà degli anni 80 ha avuto l’intuizione di stabilire dei record di salita e discesa su alcune montagne delle Alpi Occidentali, stabilendo i rekord del Cervino, il filmato è visibile su You Tube. E’ da brivido! Era uno dei 20 super atleti, ingaggiati dalla Sector, come Manolo, Fogar, e altri .

    Questo è uno che ha fatto lo sky running sullo Sperone della Brenva e ha progettato una cosa
    pazzesca, la salita e discesa della parete Nord del Cervino!

    Ragazzi.. Messner è stato un grande, è arrivato primo,ma c’èrano altri pronti a fare quello che lui ha fatto.
    Bertoglio è rimasto unico, ancora adesso che ha smesso a quei livelli.

  8. Leggendo l’ artico mi sembrava che stesse parlando di un normale escursionista sprovveduto.
    Valerio Bertoglio … umile e rivervato non alle cronache mondane come altri suoi colleghi, ma è uno dei più grandi alpinisti Italiani al pari di tanti altri blasonati e fotografati, un grande appassionato di montagna , grande atleta.

    Dai Valerio che ne esci alla grande

  9. Rispondo a Vittorio
    Tutte le referenze di cui ha parlato non valgono niente.

    Non conosco la dinamica dell’incidente però qualche cosa di imprudente cè, io da collega gli faccio i migliori auguri di pronta guarigione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close