News

Svizzera tutela i prodotti “di montagna”

immagine

ZURIGO, Svizzera — Burro "di malga", miele "di montagna". L’identificazione d’alta quota dei prodotti, quasi sempre sinonimo di genuinità e di gusto, dal 2007 in Svizzera sarà oggetto di stretta regolamentazione.

L’ordinanza è stata approvata dal Consiglio federale svizzero nei giorni scorsi e garantirà ai consumatori che un prodotto definito "di montagna" sia stato effettivamente prodotto in alta quota.I prodotti, infatti, potranno essere definiti così solo se le materie prime proverranno da un alpeggio o una zona d’alta quota definita con precisione, e se queste saranno state trasformate in loco.
 
Se la lavorazione avviene al di fuori del territorio montano indicato, potrà essere riportata sulla confezione solo l’origine delle materie prime (Es. “yogurt da latte di montagna”).
 
L’ordinanza va a precisare le regole di un settore nel quale, sino ad oggi, non vi era mai stato uno stretto controllo, lasciando a volte spazio a false diciture sui prodotti venduti. Le regole, comunque, varranno solo per i prodotti svizzeri e non per quelli importati.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close