News

Tutto il Nord Italia sotto la neve

Una foto di questa mattina a Ballabio in Valsassina (Photo Sara Sottocornola)
Una foto di questa mattina a Ballabio in Valsassina (Photo Sara Sottocornola)

BERGAMO — Nevica da questa notte su tutto il nord Italia. Dalle montagne alla pianura i fiocchi bianchi stanno scendendo copiosamente in Val d’Aosta, Piemonte, Lombardia, Trentino e Alto Adige, Dolomiti venete e friulane, Appennino ligure, toscano ed emiliano. La neve, secondo le previsioni continuerà a cadere ancora fino al pomeriggio di oggi, poi dalla serata il tempo dovrebbe migliorare, almeno su alcune regioni.

In Lombardia, nelle zone di pianura le precipitazioni sono iniziate ieri sera, dapprima in forma di pioggia, poi nevose, ma spesso miste acqua. Sulle montagne invece, già a quote superiori i 500 metri, i fiocchi bianchi stanno attecchendo al suolo, tanto che in Valsassina, sulle Orobie bergamasche e nella bassa Valtellina si registrano già dai 10 ai 30 centimetri di manto fresco. Tra i 10 e i 12 centimetri sono caduti nella zona di Varese, mentre tra i 5 e 10 centimetri si registrano in Brianza e nell’Oltrepo pavese.

In Piemonte la neve sta interessando più abbondantemente le province del cuneese e del torinese, mentre le precipitazioni scendono più moderate sul resto della regione. Imbiancate anche Asti e Alessandria, con oltre 10 centimetri di neve anche sulle Langhe e le colline del Monferrato. Secondo il bollettino dell’Arpa, a partire dalla serata si dovrebbe verificare un progressivo esaurimento dei fenomeni a partire dalle zone a sud del Po fino ad avere cessazione delle nevicate su tutto il Piemonte. Per tutta la notte scorsa ha nevicato anche in Valle d’Aosta, con conseguenti problemi di viabilità al traforo del Monte Bianco, dove i mezzi pesanti diretti in Francia non possono transitare.

In Alto Adige tutta la provincia di Bolzano si è svegliata sotto la neve, comprese le città, dal capoluogo alle località a fondovalle. Sulle strade è obbligatorio l’equipaggiamento invernale per i veicoli: la circolazione infatti è rallentata e le carreggiate dall’autostrada del Brennero sono a tratti innevate, sia tra il confine di Stato ed Affi sia tra Reggiolo Rolo e Modena.

Situazione simile sulle Dolomiti venete, dove la neve e il tempo instabile sono previsti fino a venerdì, con un possibile miglioramento nella giornata di sabato. Da ieri nevica in montagna e anche a quote basse, ed è possibile che tra la tarda mattina e il tardo pomeriggio di oggi le precipitazioni nevose possano intensificarsi per diminuire poi nella notte. A Belluno e Feltre si registrano circa 20 centimetri di neve, che diventano più di 30 sui monti sopra i centri urbani.

In Friuli sono previste per tutta la giornata di oggi nevicate abbondanti fino a fondovalle sulle Alpi, più forti sulle Prealpi Giulie e Canin ma con quota neve intorno ai mille metri. Sul Carso invece sono più possibili piogge e gelate durante le ore notturne.

Anche sull’Appennino la neve scende abbondantemente, sia a quote basse sia a in altura. In Liguria sta nevicando in Valle Stura, in Valle Aveto, in Val Trebbia, in Valle Scrivia, dove si registrano circa 20 centimetri, ma la neve potrebbe raggiungere anche le coste. In Emilia sono caduti circa 5 centimetri a Piacenza e anche Parma, mentre a Modena la neve è più acquosa. Sui piacentini si registrano oltre 15 centimetri di neve a 200 metri di altezza.

Il pericolo valanghe è marcato su quasi tutto l’Arco alpino. La Protezione Civile ha emanato l’allerta meteo in tutto il paese, che se a nord è coperto dalla neve, al centro e al sud sarà invece sotto forti piogge. E’ previsto inoltre un sensibile abbassamento delle temperature.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close