Arrampicata

Ricco bottino per i fratelli Anthamatten in Yosemite

Su North American Wall (Photo Anthamattens.ch)
Su North American Wall (Photo Anthamattens.ch)

SAN FRANCISCO, Usa – Ricco bottino sulle big wall americane della Yosemite Valley per i fratelli Simon e Samuel Anthamatten. I due svizzeri, tra fine settembre e metà ottobre, hanno salito il stile veloce e leggero numerose e celebri vie sulle pareti di El Capitan: “The Nose”, “Tangerine trip”, “Zodiac”, “Mescalito”, “West Face”, “Lurking Fea”, “Lost in America”, “North American Wall” e “Half Dome”.

“Il nostro obiettivo è di fare più esperienza possibile nelle scalate su big wall – scriveva il 2 ottobre Simon Anthamatten sul suo sito, durante la spedizione autunnale in Yosemite -. Cerchiamo di scalare El Capitán come una prima salita in stile alpino: in modo veloce e leggero”.

Sono arrivati nella valle californiana intorno al 22 di settembre trovando un tempo decisamente estivo che li portati a scalara durante le ore in cui il sole era meno forte. Per esempio Zodiac è stata salita di notte.

I primi dieci giorni si sono dimostrati subito molto redditizi. I fratelli svizzeri hanno infatti scalato El Capitan lungo le vie: “Westface”, 19 tiri in 6 ore e 20 minuti, “Lurking fear” altrettante lunghezze concluse in 10 ore e 55 minuti, “Zodiac”,16 tiri chiusi in 12 ore e 20 minuti, e infine i 17 tiri di “Tangerine trip”, saliti in 13 ore e 58 minuti.

Dopo questa prima tornata una pioggia incessante li ha costretti a fermarsi, o almeno ad allontanarsi temporaneamente dalla roccia. Gli Anthamatten infatti, hanno fatto tappa a San Francisco, una vera vacanza a base di concerti e divertimenti vari.

Su Lost in America (Photo Anthamattens.ch)
Su Lost in America (Photo Anthamattens.ch)

E dopo la pausa in città, sono tornati nuovamente a El Capitan, dove i due svizzeri hanno messo a segno altri colpi eccellenti. Hanno salito prima “Lost in America” e poi”North American Wall”, a loro giudizio 27 tiri da capolavoro, che i due fuoriclasse hanno concluso in 14 ore.

Fino alla fine di ottobre, i fratelli Anthamatten hanno continuato a macinare salite su salite. Le ultime conquiste sono state “Mescalito”, 26 lunghezze scalate in un giorno e mezzo, “The Nose”, con i suoi 35 tiri chiusi in 5 ore e 50 minuti, “Salathé” , di ancora 35 tiri scalati in 9 ore, e infine la combinazione delle vie “Half dome” e” The Nose”, per un totale di 54 lunghezze in 11 ore e 50 minuti.

Tags

Articoli correlati

3 Commenti

  1. Ho visto un documentario su due fratelli, di lingua abbastanza ostrogota, che tentavano da anni di battere un record di velocità (che era di 2 ore e mezza) forse sul Naso. Qui se la sono presa comoda (5 ore e 50) visto che erano scesi a 3.

  2. @EPViola: Probabilmente il documentario parlava dei fratelli Thomas e Alexander Huber. Il record ormai viaggia intorno alle 2.30 h, ma il punto è: sarà mica solo una questione di velocità? I 35 tiri del Nose sono un’impresa in ogni caso e salirli in 5 ore e 50 minuti è un gran risultato, non da chiunque. Ad avercene…

  3. Se fossi in grado di salire il Nose in 10 ore sarei contento come una Pasqua!! :)) …..se poi potessi anche permettermi il viaggio per farlo sarei l’omino più felice dell’universo intero!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close