Alpinismo

Moro: alla gente è piaciuta l’avventura

immagine

BERGAMO — "Credo che la gente abbia apprezzato la mia impresa perchè era un’avventura nell’avventura". Ha spiegato così, Simone Moro, la sua vittoria nel sondaggio "la spedizione alpinistica dell’anno" di Montagna.tv. Cercando di fare un’analisi della classifica e regalando qualche succulenta anticipazione sul suo ormai prossimo viaggio sulle montagne più alte del mondo.

Moro, secondo lei che cosa è piaciuto alla gente della sua traversata Sud-Nord dell’Everest?
Credo il fatto che si è trattato di un’avventura nell’avventura. E’ vero che sotto gli ottomila metri ho
condiviso parte della salita con altri: c’era molta gente sulla via perchè era il cinquantenario della scalata del Lhotse. Ma ricordo che da Colle Sud alla vetta dell’Everest, e poi fino giù al campo base tibetano ero completamente da solo. Ed era notte, ero lassù col buio pesto.
 
La sua vittoria cosa significa?
Probabilmente che l’alpinismo raccontato e comunicato, vissuto su queste grandi montagne, è facilmente percepibile dalla gente, che riesce a condividerne le emozioni.
 
Un parere sul resto della classifica.
Direi che ha fatto vedere un altro metro di giudizio, che si integra e bilancia quello più tecnico. Questo pubblico di appassionati sembra preferire le storie, le avventura in alta quota, sulla neve. L’interesse suscitato in loro da salite o arrampicate più tecniche sembra essere quasi nullo. 
 
Questo cosa vuol dire?
Che se vogliamo parlare di montagna dobbiamo parlare anche di questo alpinismo, raccontarlo alla gente. Altrimenti finisce che parliamo solo tra di noi in un circolo chiuso.
 
Ci sono novità sulla sua prossima impresa?
E’ molto molto vicina in termini di tempo, ma lontana in termini di spazio. E data la stagione in arrivo, si può già intendere di cosa si tratta.
 
Qualche anticipazione?
Dovrei partire il 27 dicembre. L’ho saputo proprio pochi minuti fa. Ma sul resto preferisco ancora tacere: sto definendo gli ultimi dettagli e non vorrei vendere la pelle dell’orso prima di averlo preso! Prometto, comunque, che a giorni farò sapere qualcosa di più.
 
 Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close