News

Svizzera: 40 morti all'anno nel trekking

Un escursionista
Un escursionista

BERNA, Svizzera — Ogni anno in Svizzera 8600 escursionisti sono vittime di incidenti in montagna e una quarantina muoiono nelle Alpi o Prealpi. I dati sono stati resi noti dall’Ufficio prevenzioni infortuni (Upi) elvetico.

Secondo la statistica, la maggior parte degli incidenti in montagna non si verificano durante le arrampicate, ma in occasione di trekking. Stando alle cifre, in Svizzera le escursioni sono costate la vita a 41 persone, mentre l’alpinismo – ascensione in alta montagna – ha causato 34 decessi e l’arrampicata sei.
Con l’autunno alla porte, l’Upi ricorda le “regole d’oro” per evitare guai: preparare minuziosamente il loro giro (controllare itinerario, tempo necessario, condizioni meteorologiche) munirsi di un equipaggiamento completo e adeguato (buone scarpe, indumenti che riparino dal vento, freddo e pioggia); coloro che partono da soli dovrebbero inoltre informare altre persone del loro itinerario e comunicare il loro arrivo.
L’Upi invita a restare sui sentieri segnati e se non si è sicuri, non esitare a tornare sui propri passi. Infine la  raccomandazione agli appassionati è di non sottovalutare i pericoli, non andare in escursione da soli e di scegliere percorsi adatti alle proprie capacità con il giusto equipaggiamento.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close