Sport

Ulrich Gross vince il mitico Tor des Geants

Ulrich Gross all'arrivo
Ulrich Gross all'arrivo (foto courtesy www.aostasera.it)

COURMAYEUR — Quasi 80 ore di corsa, 330 chilometri percorsi per un dislivello di 24 mila metri. Sono i numeri stratosferici realizzati dal meranese Ulrich Gross che ha vinto il Tor des Geants, l’ultramaratona più dura del mondo, in Valle d’Aosta.

L’atleta altoatesino, impiegato 37enne, portacolori della Nazionale italiana delle ultramaratone, ha tagliato il traguardo ieri poco prima delle 18.30 a Courmayeur (Aosta), da dove era partito domenica mattina.

Cinque ore più tardi sono arrivati il secondo e il terzo classificato: ovvero, lo spagnolo Calvo Redondo e il francese Guillaume Millet. Il Tor des Geants è stata una festa in famiglia per Gross visto che la sorella Anne Marie, con il quinto posto assoluto dopo Matteo Bertoli, ha dominato in campo femminile.

In queste ore, dei 310 concorrenti partiti, 220 sono ancora in gara nel tentativo di terminare entro l’orario di chiusura (le 16 di sabato 18). Il percorso si sviluppa lungo le due alte vie alpine valdostane, fra l’area del Monte Rosa (Gressoney) e quella del Cervino (Valtournenche), passando su 25 passi alpini oltre i duemila metri.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close