• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Canada, si sciolgono i ghiacci: alpinista disperso trovato dopo 20 anni

Snow Dome Glacier
Snow Dome Glacier

JASPER, Canada — Il corpo di un alpinista statunitense del Maine scomparso più di 20 anni fa è stato ritrovato grazie allo scioglimento dei ghiacci sulle Montagne Rocciose canadesi. L’uomo era precipitato per 350 metri dallo Snow Dome, la vetta di 3.456 metri, poi il suo corpo era stato sommerso da una valanga, rendendo impossibile il suo ritrovamento.

Secondo quanto riferisce la stampa americana, l’uomo nel 1989, all’età di 38 anni, era arrivato in cima allo Snow Dome, la montagna situata nel Jasper National Park, nella provincia di Alberta. Si trovava su una cornice di neve quando questa ha ceduto facendolo precipitare per 350 metri nel vuoto.

Il suo compagno di scalata e altri due alpinisti, scesi per cercarlo, non sono riusciti a trovarlo. Le ricerche poi sono state sospese a seguito di una valanga caduta nella stessa zona, che rendeva difficili e pericolose ulteriori operazioni.

Pochi giorni fa alcuni escursionisti hanno avvistato il corpo di un uomo nella stessa zona. Lo scioglimento del ghiaccio infatti, avrebbe fatto riemergere il cadavere, dopo averlo conservato intatto per due decenni. Secondo la stampa locale, la salma appariva come mummificata.

“La pelle e le ossa – ha dichiarato Garth Lemke, tecnico del Soccorso del Parco canadese a Cbc News -, hanno un aspetto come mummificato. I suoi vestiti e le sue cose sono praticamente intatte e del resto, se si guarda il luogo in cui era, si può dire che sia stato in un congelatore per 21 anni”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.