News

Volontario del soccorso alpino muore in un dirupo

L'elicottero di soccorso
L'elicottero di soccorso

BOLZANO — Era un volontario del soccorso alpino l’uomo di 32 anni morto domenica mentre stava scalando il Monte di Mezzo, in Val Pusteria. Stando alla ricostruzione Stefan Pichler, 32 anni di Vandoies, in Alto Adige, sarebbe scivolato sulle pietre bagnate, cadendo per oltre 150 metri. Ancora pochi istanti e avrebbe raggiunto la vetta del Monte di Mezzo (Rio Pusteria), a 2.568 metri di quota.

L’altoatesino, esperto della zona e volontario del soccorso alpino del paese, durante la caduta ha battuto duramente la testa contro un sasso ed e’ morto sul colpo a causa della grave ferita riportata al cranio. A dare l’allarme, poco dopo le 15,30, è stato il fratello che stava scalando con lui la montagna. Sul posto sono giunti poco dopo gli operatori del soccorso alpino, i carabinieri e il medico d’urgenza a bordo dell’elisoccorso Pelikan 2 dell’Aiut Alpin Dolomites.

I soccorritori hanno recuperato la salma che è stata portata a valle e composta nella cappella mortuaria del paese. Gli operatori del 118 hanno recuperato anche il fratello, che, sconvolto per l’accaduto, non è più riuscito a fare un passo. Dopo avere assistito alla tragedia il ragazzo ha raggiunto il corpo senza vita del fratello e si è inginocchiato dinanzi a lui, cercando invano di rianimarlo.

Articoli correlati

2 Commenti

  1. Dalle notizie che riportate ,è come un bollettino di guerra,la montagna, luogo di pace, meditazione e serenità sembra diventato l’ambiente più pericoloso della terra.Resteremo indifferenti a tutto ciò o è meglio fare delle serie riflessioni per il domani.

  2. …pensando a quanto scrive luigi….chi per mare va…pesci piglia.
    La montagna è tanto pericolosa quanto affascinante…come una bella sirena.
    Sta al nostro senso di responsabilità decidere (in base ai nostri limiti) fino a che punto valga la pena rischiare.
    In ogni caso è una scelta personale e la responsabilità è solo la nostra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close