Mostre e convegni

Cervinia, al Plateau Rosà il nuovo museo delle funivie

Vecchia funivia del Cervino (Photo Cervinia)
Vecchia funivia del Cervino (Photo Cervinia)

CERVINIA — Si inaugura giovedì prossimo il nuovo museo delle funivie del Cervino. SI chiama “Una montagna di lavoro” ed è il più alto museo d’Europa, interamente dedicato alla costruzione del colossale collegamento tra Breuil Cervinia e i 3.500 metri del Plateau Rosà.  Immagini, strumenti e oggetti d’epoca per testimoniare le diverse fasi della realizzazione di un’opera maestosa.

Il museo fu aperto 11 anni fa, nel 1999, con la presenza di un ospite d’eccezione, Mike Buongiorno. Ora però, in occasione dell’anniversario dei 75 anni della nascita delle funivie, l’esposizione è stata completamente rinnovata e ingrandita, trovando una nuova collocazione nella storica stazione di Plateau Rosà del 1938.

Il museo ospita una carrellata di fotografie ed attrezzi d’epoca che sono stati adoperati dagli anni ’30 del Novecento per la costruzione delle prime funivie del comprensorio di Cervinia. La società che gestisce gli impianti infatti, la “Cervino Spa, fu fondata il 25 aprile 1934 in concomitanza con l’apertura della strada carrozzabile fino ai piedi del Cervino. Il 2 agosto del 1936 entrò in funzione la prima funivia che collega il Breuil a Plan Maison, mentre tre anni dopo fu inaugurata la nuova funivia  del “Cervino”, all’epoca la più alta del mondo, che univa Plan Maison, attraverso Cime Bianche, a Plateau Rosà 3.480 metri.  In poco meno di 7 minuti compiva il primo tratto fino alla stazione intermedia di Cime Bianche e in altri 7 raggiungeva quella terminale di Plateau  Rosà a 3.500 metri di altitudine.

Il museo “Una montagna di lavoro” è quindi una testimonianza preziosa per comprendere lo straordinario lavoro che tecnici ed operai dovettero compiere per realizzare gli impianti di risalita ad alta quota. La strumentazione tecnica e le immagini raccontano i lavori di costruzione, di manutenzione e gestione delle funivie dalla loro nascita ad oggi: i mezzi insomma con i quali l’uomo ha reso la montagna accessibile a tutti.

L’esposizione, ad ingresso gratuito, è aperta tutti i giorni dalle 10 alle 16, compatibilmente con l’apertura degli impianti di risalita. I visitatori inoltre, potranno godere della splendida vista che si scorge dalla terrazza situata vicino al museo, da cui si ammirano i Monte Bianco, il Gran Paradiso, il Monviso il Monte Grivola, lo Jungfrau, il Weisshorn e naturalmente il Cervino.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close