Ambiente

Trento, mostra sui ghiacciai alpini

immagine

POZZA DI FASSA, Trento — Quante volte abbiamo sentito parlare di ritiro e scioglimento dei ghiacciai? Spesso però, nella nostra mente, è stato difficile immaginare la reale entità del problema. Gli strazianti confronti tra  immagini attuali e foto d’epoca della mostra "Ghiacciai in serra", però, non lasciano adito a dubbi.

La mostra fotografica, inaugurata pochi giorni fa a Pergine Valsugana, sarà esposta fino al 19 novembre in diverse cittadine della provincia di Trento. Fino al 26 ottobre resterà a Pozza di Fassa, per poi trasferirsi a Borgo Valsugana, San Michele all’Adige e infine a Trento.
 
Ritrae la "morte" di venti ghiacciai alpini, dalla Mer de Glace sul Monte Bianco fino al ghiacciaio dell’Adamello, passando per il Morterasch sulle Alpi svizzere. Tutti ghiacciai che negli ultimi decenni hanno subito drastiche riduzioni, quando non sono completamente scomparsi.
 
Il ritiro dei ghiacciai è una delle peggiori conseguenze del riscaldamento climatico, che va in questo modo a minare le riserve d’acqua dolce della Terra. Per questo motivo è anche uno dei principali fenomeni studiati dalla ricerca internazionale, che vede l’Italia in prima linea con l’attività del Comitato Ev-K²-CNR e gli studi in Himalaya e Karakorum.
 
In tutti i luoghi toccati da questo breve viaggio in Trentino, la mostra sarà accompagnata da proiezioni di film (tra cui "L’era glaciale 2", “I giganti bianchi della montagna” di Alberto Tafner), incontri di approfondimento, presentazioni di pubblicazioni sul tema.
 
La mostra è stata realizzata dall’associazione per la ricerca ecologica di Monaco di Baviera, ed è per la prima volta esposta in Italia. E’ consigliata per le scolaresche, che possono prenotare delle visite guidate.
 
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close