News

Sci, Bode Miller alla Cbs: ho gareggiato ubriaco

10 gennaio 2006 – Deluso da una prima parte di stagione assolutamente disastrosa, lo sciatore americano Bode Miller è di nuovo al centro delle polemiche. La sua crociata "libertaria" – o guerra personale, che dir si voglia – contro i vertici dello sci internazionale si arricchisce di una nuova puntata. Ad accendere la miccia stavolta le dichiarazioni di Miller sull’uso di alcol durante le gare.

 

Parlando alla rete televisiva Cbs, Miller ha dichiarato di aver gareggiato talvolta sotto l’effetto dell’alcol. La federazione americana ha subito condannato il suo campione più rappresentativo. Mentre il presidente dell’associazione Billl Marolt ha tutta l’intenzione di volere discutere con lo statunitense dell’accaduto.

 

Non è la prima volta che la sciaotore statunitense si mostra liberale nei confronti di stupefacenti o sostanze dopanti abbinati allo sport. Questa volta Bode ha rivelato alla rete Usa Cbs di avere sciato, talvolta anche in gare ufficiali, sotto gli effetti dell’alcol. Salvo poi ammetterne la pericolosità e aggiungere che comunque il suo rendimento in pista non ne aveva risentito.

 

Apriti cielo. Marolt si è affrettato a precisare che le dichiarazioni di Bode Miller sono inaccettabili per i valori rispettati dall’US Ski e Snowboard Association. Anche perchè le esternazioni dello sciatore erano a dir poco alticce: “Ci sono state delle volte che all’inizio della gara mi sentivo davvero forte – ha confessato il campione del mondo – è come guidare ubriachi, solo che nello sci non sono state create regole o leggi”.

 

Marolt ha definito irresponsabile l’utilizzo di alcool per gli atleti e le parole dello sciatore "inappropriate e di cattivo esempio per tutti gli sportivi, soprattutto quelli giovani".

 

Ed ecco dunque la velata minaccia: “Incontrerò Bode personalmente questa settimana per discutere a proposito di questa sua uscita, per fargli capire la gravità delle sue dichiarazioni”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close