News

Alpinismo. Lafaille, conto alla rovescia per la vetta del Makalu

1 gennaio 2006 – Capodanno in alta quota per l’alpinista Jean-Christophe Lafaille che si prepara all’assalto finale, in solitaria e in condizioni invernali, alla vetta himalayana del Makalu (8463 metri).

  

Nei giorni scorsi lo scalatore francese, uno dei migliori al mondo, è tornato al campo base dopo aver speso una notte senza problemi a 6900 metri. Le condizioni di salute dell’alpininista paiono eccellenti, hanno fatto sapere i suoi collaboratori. Lafaille ha avuto un forte appetito e non soffre di alcun mal di testa. La mattina precedente aveva raggiunto il campo base avanzato a 7400 metri d’altezza ed era riuscito a vedere il magnifico scenario dell’Everest che si trova a poca distanza.

 

Come dicevano le previsioni, però, a quella quota soffiava un forte vento a circa 80 chilometri l’ora. E la temperatura era in vertiginoso calo. Dopo una breve permanenza, Lafaille ha deciso di ridiscendere al campo base, visto che le previsioni davano peggioramento dei venti. Prima di scendere ha ancorato per bene tutte le attrezzature necessarie alla scalata.  

 

La situazione ideale ora per Lafaille sarebbe dormire un paio di notti a 7000 metri e almeno una a 7400 per raggiungere un corretto acclimatamente prima di attaccare la vetta della "montagna nera". 

 

"Jean-Christophe è pronto – dicono i suoi collaboratori – e attende solo la luce verde per salire ancora. Ma deve essere molto paziente perchè i venti forti resteranno in alta quota ancora per qualche giorno".  

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close