News

Alpinismo, morto lo scalatore della cascata di ghiaccio

30 dicembre 2005 – Lutto nel mondo dell’alpinismo bergamasco. E’ morto Livio Ferraris, l’alpinista ricoverato lunedì scorso all’ospedale di Verona in seguito alle gravi ferite riportate durante la salita a una cascata di ghiaccio, in Trentino.

 

Il giorno di Santo Stefano, l’uomo era stato colpito alla testa da un blocco di ghiaccio mentre stava scalando una delle cascate del Leno in Val di Daone. Trasportato d’urgenza in elicottero a Verona era stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico nel reparto di neurochirurgia. Le condizioni, purtroppo, sono peggiorate.

 

Constatata la morte cerebrale, i familiari hanno dato l’assenso alla donazione degli organi.

 

 
Livio Ferraris aveva 41 anni ed era originario di Alzano Lombardo (Bergamo). Lavorava come fabbro. Era istruttore regionale di scialpinismo e alpinismo, e faceva parte della scuola di scialpinismo «Val Seriana» di Gazzaniga, che lui stesso aveva contribuito a fondare nel 1987.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close