News

Sorpresa sulle montagne bergamasche: cespugli a luci rosse

8 novembre 2005 – Doveva essere un luogo per famiglie. Invece è diventato l’attrazione principale degli "esibizionisti" di tutta la Lombardia. Stiamo parlando del Parco del Serio, la striscia di verde che costeggia l’omonimo fiume della Bergamasca.

All’apparenza, un paesaggio incantato. Acqua, alberi, prati. Un’oasi naturale difficile da trovare nelle nostre città caotiche. Ma basta aguzzare la vista per accorgersi che tra le fronde, neanche troppo nascosti, ci sono personaggi a dir poco "singolari". Scene di nudismo e sesso esplicito. Incontri gay e etero. Preservativi, fazzoletti e siringhe sparse ovunque. E sulla stradina sterrata decine di macchine in attesa.

Le targhe parlano chiaro. Arrivano da tutta la Lombardia gli avventori del sesso "sotto le stelle". Come si ritrovano all’appuntamento? Basta un giro su internet. Non più anonimi messaggi sulle pareti dei bagni, nelle stazioni o nei bar. Oggi il tam tam si fa largo attraverso la selva di domìni, community e newsletter che affollano la rete.

Si trova di tutto. Alla voce "incontri all’aperto", oltre al Parco del Serio (nell’immagine), luoghi inattesi luoghi di montagna. Si va dal parcheggio della pista di sci di fondo di Schilpario ( in Val di Scalve), alla pineta di Clusone (Valseriana). Dalle zone boschive attorno al lago d’Endine alla zona costiera del lago d’Iseo, a Lovere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close