News

Sci, Bode Miller: il sistema antidoping è da cambiare

4 novembre 2005 – "Chiedo solo che si usi il buon senso". Con queste parole il campione statunitense di sci Bode Miller si scaglia contro l’attuale sistema antidoping della Federazione internazionale. Una sorta di crociata contro un metodo di valutazione giudicato inadatto.

 

bodemillerDopo aver dichiarato che "le persone devono essere libere di fare quello che vogliono" lo sciatore americano precisa la sua posizione all’Associated Press. "Tutto quello che chiedo è che le persone usino il buon senso – ha detto lo sciatore – il mio unico obiettivo è quello di cambiare il sistema, renderlo efficace". Poi l’affondo: "Non voglio che gente come Dick Pound prenda le decisioni in base alla propria agenda".

 

Miller ha sottolineato come l’alcol non sia motivo di squalifica. "Io posso fare baldoria la sera prima e il giorno dopo essere in gara". Molti atleti sono stati squalificati per aver preso semplici medicinali per curare le proprie disfunzioni. "Tutti i dottori – ha concluso lo sciatore – concordano sul fatto che gli effetti dell’inalatore per asmatici durano circa 20 minuti. Ma la sostanza resta nell’organismo 20 giorni e in quel periodo tu puoi essere squalificato per due anni".

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close