News

Fondi per il dopo alluvione. Si può fare di più

29 agosto 2005 – Nella valle non lo dimenticheranno mai. Era il 29 agosto del 2003 quando la furia della natura si abbattè sulla Val Canale, in provincia di Udine. L’alluvione provocò 2 morti, centinaia di sfollati e danni per oltre 500 milioni di euro a infrastrutture e abitazioni. A due anni esatti dall’inondazione, la Valle ringrazia la Regione e lo Stato per la solidarietà ricevuta. Ma chiede ancora aiuti.

Gli amministratori locali si sono riuniti questa mattina con il presidente della Comunità montana del Gemonese, Canal del Ferro e Val Canale Ivo Del Negro e con il sindaco di Malborghetto Alessandro Oman. Dall’incontro è emerso il riconoscimento per gli interventi fatti dallo Stato e in particolare per la Protezione civile, che ha permesso di affrontare la fase d’emergenza del dopo alluvione.

Ma ciò che preoccupa gli Enti locali ora è il futuro. “Il turismo, l’artigianato, l’agricoltura di montagna ed il commercio – ha detto Oman – sono i settori sui quali puntare per un equilibrato sviluppo della vallata

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close