News

L’Italia strizza l’occhio al Pakistan del futuro

18-07-2005 – NOSTRO SERVIZIO

dall’inviato Wainer Preda

(Roma) Visto così ha tutta l’aria di un businessman occidentale. Invece è un politico di razza, di quelli di cui molti governi avrebbero bisogno. Parla un perfetto inglese il premier pakistano Shaukat Aziz in visita in questi giorni a Roma. E quello che ha da dire alla platea di parlamentari ed esperti italiani riuniti alla Sala delle Colonne di Palazzo Marini è molto significativo.


 “Il Pakistan di oggi – spiega – non è più quello di ieri. Non è più un Paese assediato dal fondamentalismo, da un governo traballante, da un’economia precaria. E invece un Paese moderato, dalle grandi opportunità, che si apre verso l’esterno

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close