News

Nepal, le acque del Dudhkunda mettono paura

06-07-2005 – Con l’innalzarsi delle temperature e la fusione dei ghiacciai, le comunità locali del Solu temono che il lago Dudhkunda possa traboccare.

"Il disgelo dei ghiacciai sovrastanti, minaccia l’esistenza stessa del lago" – racconta Pasang Kaji Sherpa, proprietario del "Numbur lodge" a Phaplu.

Il lago, che sorge alle pendici delle montagne Numbur, Khatang e Kareling, rappresenta una destinazione di pellegrinaggio sia per Induisti che Buddisti. Migliaia di devoti raggiungono il lago durante le festività di Janai Purnima e Chaitra Dashain, perché – si racconta – i desideri espressi mentre ci si immerge nelle acque del Dudhkunda si realizzano.

Ogni anno il livello delle acque si alza, spinto da pioggia e acqua di fusione, avvicinandosi sempre più al limite dell’invaso: il traboccare del lago avrebbe un impatto devastante sui distretti del Solu e anche di Okhadhunga.

(a lato le immagini di un evento verificatosi nel 2003, da ICIMOD)

Mingma Sherpa, esperto turistico locale, ha dichiarato che uno studio immediato e il coinvolgimento governativo sono necessari per impedire una catastrofe annunciata – ulteriori ritardi e incertezze aumentano il rischio per uomini, costruzioni, flora e fauna! Nella zona, nel 1995 si verificò l’esondazione di un lago nella zona del Mera Peak che non causò danni e portò un team di geologi da Kathmandu a indagare l’area e la possibilità del ripetersi di eventi di questo genere. Ma poco è stato fatto. I locali possono fare poco per contenere la minaccia. Occore che sia fatto qualcosa a livello di pianificazione dalle autorità amministrative e politiche. E finora non è stato manifestato alcun interesse – dichiara Ang Nima Lama, Presidente del Comitato di Sviluppo del Distretto del Solu.

UNEP, in collaborazione con ICIMOD ha intrapreso un programma di monitoraggio sui rischi di GLOF (Glacial Lake Outburst Floods) in Hindu Kush-Himalaya. Il programma prevede anche la realizzazione di opere di mitigazione: canali di scolo e alleggerimento della massa d’acqua.

Per maggiori informazioni:
http://www.southasianfloods.org/ è il centro di controllo dei fenomeni di GLOF nell’area Hindu Kush, Himalaya.
http://www.dartmouth.edu/~floods/Archives/ archivio riportante i principali eventi dell’area e le localizzazioni, a partire dal 1985.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close