News

“Sky Marathon – Sentiero 4 luglio”, vince ancora Bonfanti

4-07-2005 – Ancora lui. Dopo il successo nell’edizione 2004 della "maratona del cielo", il bergamasco Fabio Bonfanti concede il bis alla gara andata in scena ieri, domenica 3 luglio, in Val di Corteno, Alpi Orobie Orientali.

winnerIn una giornata splendida, nella quale a farla da padrone sono il blu del cielo e il calore del sole, l’atleta della "Skyrunning San Pellegrino" si è aggiudicato il trofeo Davide,attuando la collaudata tecnica del "gioco del gatto col topo". Bonfanti ha "macinato" i 42 km del tracciato in 4 ore, 14 minuti e 38 secondi, abbassando di 2 primi il suo tempo dello scorso anno, ma restando ancora lontano dal record del sentiero che resiste dal 2003, quando Mario Poletti fermò il cronometro sul tempo di 4h 08′ 24".

La seconda piazza è andata all’atleta di casa, Adriano Salvadori, staccato di 3′ 28" dal vincitore ma in testa in solitaria fin’oltre la metà del percorso (aggiudicandosi il Gran Premio della Montagna di Cima Séllero). Per l’atleta della Val di Corteno è sfumata anche quest’anno la possibilità di tagliare il traguardo per primo nella gara di casa.
Gradino più basso del podio per un altro bergamasco, Mario Poletti (che diventerà papà dopo poche ore) con il tempo di 4h 18′ 14", staccato da Salvadori di una manciata di secondi.

Bonfanti, si sa, è un mago della discesa, e anche ieri l’ha dimostrato. Ha lasciato sfogare Salvadori e Poletti in salita,ma li ha distaccati di quasi 4 minuti sui pendii che portano all’arrivo a Santicolo. Per Bonfanti annata partita con il piede giusto. Dopo il terzo posto nell’apertura del mondiale a Zegama ed il sesto in Valposchiavo, ecco la Sky Marathon che, pur non essendo valevole quest’anno per il mondiale, è un palcoscenico di tutto rilievo. Soprattutto per la quantità di pubblico e per il numero enorme di iscrizioni che incrementano di anno in anno.

inviati Le interviste dei nostri inviati  
Hanno detto…  
 Photo gallery
La classifica ufficiale
Il percorso       

Nella categoria femminile prevedibile il successo di Emanuela Brizio che, con il tempo record di 5h 10′ 43", continua la sua straordinaria annata ed inanella il secondo successo stagionale, dopo quello nella Poschiavo Skyrace, ed il quinto posto a Zegama. La Brizio stacca Corinne Favre, giunta seconda e sua diretta concorrente nella corsa al mondiale, di ben 32 minuti e abbassa il record della francese che resisteva dal 2002, di quasi 14 minuti.

Terza piazza per una "new entry" delle corse in montagna, Daniela Vassalli, alla prima apparizione alla "Maratona del cielo". Su un percorso sconosciuto e a lei non favorevole, la bergamasca chiude in 5h 50′ 21", a 7 minuti dalla Favre e a 39 dalla Brizio.

Fra gli altri, da segnalare l’ottimo piazzamento di un giovane atleta locale, Andrea Gianni della "New Athletics Sulzano", giunto 19esimo con il tempo di 5h 03′ 20" alla sua prima apparizione in assoluto nella maratona. Nel suo palmares solo gare di scialpinismo tra le quali spicca il 25esimo posto assoluto nell’ultima edizione del trofeo Mezzalama (aprile 2005).

Nella "mezza maratona", valevole quest’anno per il campionato italiano, vittoria tra gli uomini di Lucio Fregona, con il tempo di 1h 57′ 41", che abbassa il suo record dell’anno scorso di oltre un minuto, seguito da Fulvio Dapit. Ritirando il premio, Fregona ha sottolinato la doverosa condivisione con il secondo classificato che ha tagliato il traguardo solo 15 secondi dopo di lui. Tra le donne record sfumato per 7" per Daniela Gilardi che ferma il cronometro a 2h 28′ 17",staccando Gisella Bendotti di 2 minuti e mezzo.

Hanno consegnato i premi: Camillo Onesti, Presidente FSA Italia – Roberto De Martin (Presidente Club Arc Alpin) – Giacomo Salvadori (Sindaco di Corteno Golgi) – rappresentanti istituzionali e degli sponsor.
Riconoscimenti sono andati inoltre a:
Il più anziano: Antonio Gianola, 76 anni, mezza maratona in 3h 25′ 31"
La più giovane: Anna Moraschetti, classe 1985, in 3h 15′ 50"
Gruppo più numeroso: AS Premana – Lecco
Over 50 maratona intera: Antonio Baroni in 5h 25′ 01"
Over 50 mezza maratona: Salvatore Tarabini in 2h 17′ 59", che divide il premio con Enrico Ghidoni, sfortunanto atleta con cui è salito fino al Passo Salina, in difficoltà per una caduta che gli ha causato una frattura alla spalla.

L’appuntamento è ora per il 24 luglio. Con la terza prova mondiale a Canazei, la Dolomites SkyRace, nella quale si vedrà se questa "Sentiero 4 luglio" ha in qualche modo contribuito a stancare gli atleti impegnati nelle World Series. Oppure, come ormai da 11 anni, si è trattato soltanto di uno degli eventi meglio programmati ed organizzati dalla gente della Val di Corteno, nonchè di un importante palcoscenico per tutti gli amanti di questo sport massacrante.

Nell’immagine:
– Fabio Bonfanti taglia il traguardo (foto A. Stefanini)

Servizio a cura di: Sara Sottocornola, Massimiliano Meroni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close