CronacaNews

Escursionista disperso oltre 2000 metri nel Torinese con nevicate in corso, recuperato in notturna

Si è concluso attorno alle 22.30 di ieri, domenica 26 febbraio, un lungo intervento di ricerca di un escursionista disperso, condotto dal Soccorso Alpino Piemontese sulle pendici della Punta Verzel, nel comune di Castelnuovo Nigra (TO). L’allarme è stato lanciato intorno alle 17 dai famigliari a cui il disperso aveva comunicato di aver perso l’orientamento intorno a quota 2200 metri, a monte del Bivacco Fornetto.

La centrale operativa ha attivato le squadre di soccorso alpino di Valprato Soana e della Valle dell’Orco che hanno richiesto il supporto del comune per la pulizia delle strade dalla neve caduta in giornata. Grazie all’intervento di un trattore con la pala, i tecnici con i mezzi fuoristrada sono saliti in località Pian delle Nere a quota 1300 da cui sono partiti a piedi verso il punto in cui avrebbe dovuto trovarsi il disperso.

Attorno alle 21 una squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese ha raggiunto il Bivacco Fornetti, dove il disperso si era riparato. La salita ha richiesto un notevole impegno poiché in zona sono caduti circa 60 cm di neve fresca ed è stato necessario controllare attentamente i pendii per ridurre il più possibile il pericolo valanghe.

Dopo una valutazione delle condizioni del disperso, che sono risultate buone, i soccorritori con il coordinamento delle operazioni a Castelnuovo Nigra hanno deciso di iniziare la discesa a piedi. Tra le opzioni vi era la possibilità di trascorrere la notte nel Bivacco, ma la nevicata ancora in atto e le condizioni precarie della struttura hanno suggerito che fosse più sicuro affrontare subito la discesa per evitare che lo spessore della neve aumentasse ulteriormente. Anche le condizioni meteo previste per oggi avrebbero reso assai improbabile la possibilità di un’operazione con l’elicottero.

I soccorritori, il disperso e il suo cane hanno quindi iniziato la discesa, mentre una seconda squadra é partita da valle per fornire ulteriore supporto. La squadra del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese insieme al disperso e al suo cane ha raggiunto a piedi il punto in cui era salito da valle il trattore spalaneve inviato il loco dall’amministrazione comunale, a monte del Pian delle Nere. La comitiva è stata caricata a bordo dei mezzi motorizzati per raggiungere il coordinamento delle operazioni a Castelnuovo Nigra.

Tags

Articoli correlati

2 Commenti

  1. ma lasciarlo tranquillamente a dormire in rifugio, invece di fare tutto sto pandemonio? 60 cm di neve fa ridere, appena sopra il ginocchio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close