News

Nasce la “scuola di montagna”, per chi voglia vivere e lavorare in quota

Andare a vivere in montagna è una scelta da ponderare bene, un cambiamento non indifferente per chi sia abituato alla vita cittadina. Bisogna avere chiara coscienza del territorio e dell’ambiente in cui si prospetta di trasferirsi e anche un buon progetto economico, qualora l’intenzione sia di sostenersi con una attività avviata in loco. La Città Metropolitana di Torino ha di recente annunciato la realizzazione di una “scuola di montagna”, destinata alle persone interessate ad avviare nuovi progetti di vita, abitativi e/o lavorativi, nelle aree montane. Un weekend di formazione residenziale per futuri montanari e montanare.

La scuola si svolgerà dal 30 settembre al 2 Ottobre 2022 in modalità residenziale, nei territori della Val Susa, tra i comuni di Bussoleno e di Condove.

Insieme agli esperti di UniTo e SocialFare, e ad una serie di soggetti locali (amministratori, imprenditori, abitanti, ..) i partecipanti potranno approfondire competenze e conoscenze necessarie all’avviamento o sviluppo dei rispettivi progetti di vita/lavoro nelle terre alte.

Il programma prevede momenti di formazione su opportunità, servizi e buone pratiche nel territorio montano di riferimento, così come sessioni di esplorazione e partecipazione alle attività del territorio che potrebbero poi diventare parte integrante della vita quotidiana dei futuri montanari/e. Grazie ad un approccio fortemente partecipativo, sarà supportata la possibilità di scambi orizzontali tra i partecipanti e la costruzione di micro alleanze su ipotesi progettuali e di vita in montagna.

Come partecipare

La Scuola di Montagna è dedicata a persone singole, gruppi, famiglie interessati/e a trasferirsi nelle aree montane per sviluppare un proprio progetto di vita, abitativo e/o di lavoro/impresa. Possono partecipare persone maggiorenni che abbiano titolo a risiedere in Italia.

Sono ammessi/e candidati/e di qualunque nazionalità: requisito imprescindibile sarà la conoscenza della lingua italiana (scritta e parlata) in quanto lezioni ed attività avverranno unicamente in lingua italiana. Per garantire la migliore riuscita dell’esperienza in termini di interazioni personali e lavoro di gruppo, la partecipazione sarà riservata a 10 persone.

Per partecipare occorre candidarsi presentando la propria idea progettuale di vita e/o vita/lavoro in montagna entro il 5 settembre 2022, compilando l’apposito modulo online sul sito della Città metropolitana di Torino.

Di cosa si parlerà

Scopo della Scuola di Montagna sarà quello di offrire a coloro che stanno valutando un cambiamento di vita e/o lavoro, trasferendosi nelle terre alte, uno spazio di riflessione, di esperienza diretta e di confronto con altri partecipanti, con esperti di sviluppo delle aree montane e con soggetti attivi sul territorio in diversi settori. Attraverso la residenza e il confronto reciproco, i partecipanti acquisiranno una maggiore consapevolezza rispetto alla propria idea di vita e di lavoro in montagna (potenzialità, ostacoli, risorse, ..), alle buone pratiche ed opportunità locali e svilupperanno nuovi strumenti per approfondire e dare concretezza alla propria idea progettuale.

Le principali tematiche affrontate durante la residenza riguarderanno:

  • l’abitare: come trovare casa in montagna?
  • il lavoro: come fare impresa o trovare lavoro in montagna?
  • i servizi: che cosa offre la montagna?
  • le relazioni con la comunità: chi vive già in montagna?

Clicca qui per scaricare il programma completo.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close