Film

“Fire of love”, una incredibile storia d’amore e lava

Arriva nei cinema il prossimo 25 agosto “Fire of love” (Canada, Stati Uniti, 2022, 93′), pellicola in concorso al 70° Trento Film Festival e vincitrice del Premio Lizard 2022. Un’incredibile storia “d’amore e lava”, che trasporta gli spettatori fin dentro al cuore selvaggio dei vulcani. A curare la distribuzione italiana è Academy Two.

Alla regia del documentario dedicato alle avventure di Katia e Maurice Krafft, coppia di pionieri della vulcanologia, la talentuosa Sara Dosa. Inseparabili nella vita e nel lavoro, i coniugi Krafft realizzarono spedizioni estreme, portandosi a brevi distanze dai flussi di lava e realizzando preziose foto e video giunti fino a noi. Visitarono oltre 150 vulcani attivi nella loro carriera.Trovarono la morte nel giugno 1991 sulle pendici del monte Unzen, sull’isola di Kyushu, in Giappone, travolti da una una valanga di roccia e ceneri causata da una eruzione. “Non ho mai paura, perché ho visto così tante eruzioni in ventitré anni che se anche dovessi morire domani, non importa”, le parole di Maurice poco prima di salire sul monte.

Sinossi

Un film d’avventura unico, poetico e visivamente stupefacente su una coppia di scienziati francesi, montato interamente con i loro filmati di viaggio alla ricerca di vulcani attivi negli anni ’70 e ’80. Gli intrepidi vulcanologi francesi Katia e Maurice Krafft hanno viaggiato per il mondo alla ricerca di eruzioni vulcaniche e nuvole di cenere. Per oltre due decenni, questa coppia di pionieri della scienza ha girato in lungo e in largo il pianeta inseguendo spettacolari crateri in eruzione e immense colate di magma, celebrando un amore così forte da sfidare anche le leggi della natura.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close