CronacaNews

Distacco di roccia sul Cervino, evacuati tutti gli alpinisti

Aggiornamento 3/08/22 – Si sono concluse attorno alle 21 le operazioni di evacuazione in elicottero dei 13 alpinisti che si trovavano sulla via normale italiana del Cervino quando è avvenuto il crollo di roccia dalla Testa del Leone (3715 metri). Fortunatamente le cordate erano tutte a monte del distacco e nessun alpinista è rimasto coinvolto.


2/08/22 – Nel pomeriggio di oggi, martedì 2 agosto, si è verificato sul versante italiano del Cervino, nella zona della Testa del Leone (3715 m) un distacco di roccia di ingente portata. La nube di polvere sollevata dalla frana sarebbe stata avvistata a distanza, con conseguente segnalazione al Soccorso Alpino valdostano. Per escludere il coinvolgimento di alpinisti presenti in parete al momento del distacco, sono stati avviati dei sorvoli in elicottero.

Ricordiamo che le Guide alpine del Cervino, in conseguenza dell’aumentato rischio di crolli a causa delle alte temperature che da settimane interessano anche le quote più alte dell’arco alpino, hanno sopeso le salite lungo la Via Normale alla Gran Becca, ossia dalla Cresta del Leone.

Tags

Articoli correlati

3 Commenti

  1. si apre la possibilità di nuove vie in zona del distacco, diventeranno obsolete vecchie relazioni ecollaudatissime scalate con guida

  2. Stavolta sono stati fortunati. Non ho capito una cosa, non sono un esperto, ma se le guide sospendono le salite chiunque può ugualmente andarci per i fatti suoi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close