Film

L’orso Juan Carrito protagonista di un documentario su Sky Nature

A fine estate approderà su Sky Nature un documentario dedicato a una specie iconica dell’Appennino centrale: l’orso bruno marsicano. Tra i protagonisti della pellicola “Il Marsicano: l’ultimo orso”, realizzata e diretta da Massimiliano Sbrolla – Zoofactory, in collaborazione con il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, compare una “celebrità”, il vispo Juan Carrito.

Il documentario, presentato in anteprima lo scorso 22 luglio presso il Cinema Ettore Scola di Pescasseroli (AQ), nell’ambito della rassegna Arteparco, sarà disponibile su Sky Nature a partire dal 24 settembre 2022.

Un anno alle prese con Juan Carrito

Come anticipato dal PNALM in occasione della prima proiezione, “il racconto segue per un anno ‘la vita del Parco’ e delle specie che protegge da un secolo: attività di monitoraggio e controllo, censimenti, interviste, riunioni dei tecnici, incontri pubblici e i racconti dei cittadini che quotidianamente si trovano a tu per tu con l’orso.”

In questo racconto di 365 giorni nel PNALM, si inserisce la vicenda di Juan Carrito, l’orso marsicano nato assieme ad altri 3 esemplari dall’orsa Amarena in pieno lockdown. Un esemplare “problematico”, che ha visto per oltre un anno Parco, Associazioni e cittadini impegnati nella sua salvaguardia. Una storia che ha affascinato anche il pubblico da casa, nella sensazione illusoria di trovarsi di fronte a una storia di stampo disneyano, ma che nella realtà ha messo in luce, come sottolinea il Parco, tutte le contraddizioni legate alla convivenza tra uomo e orso.

“Juan Carrito è stata una sfida incredibile che ha messo a dura prova il personale del Parco, nelle sue molteplici professionalità, tutte impegnate ad assicurare la conservazione dell’orso. Ma è stata anche la messa a sistema di tutte le istituzioni impegnate per assicurare che territori potenzialmente idonei alla vita dell’orso marsicano siano effettivamente a misura d’orso”, le parole del Presidente del Parco Nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise, Giovanni Cannata.

Come spiega il regista Massimiliano Sbrolla, si tratta di un film “che svela i retroscena della vicenda dell’Orso Juan Carrito, il cucciolo che ha tenuto col fiato sospeso un’intera regione. Un anno di riprese per raccontare il complesso lavoro che ogni giorno tiene impegnate decine di persone nella salvaguardia di una specie unica e affascinante. Patrimonio di tutti noi”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close